RICETTE sfiziosita'


Categoria: sfiziosita'

Zanfarro e biancomangiare alle carrube


Testo di Francesca Poidomani QUESTORE AIGS RagusaRicercatrice della storia e delle ricette tipiche del territorio ibleo e appassionata creatrice di nuove ricette mirate all'uso esclusivo dei prodotti del luogo. Scrittrice del libro "il cibo degli Iblei" officine creative editore. Consulente enogastronomica e tutor di corsi specifici di cucina tipica, pasticceria e cake design

 

Ingredienti zanfarru
carrube, acqua qb.

Ingredienti biancumanciari
1 kg di carrube, 100 g di amido, zucchero qb, buccia d’arancia, farina di carrube.

Preparazione
Portare il forno ad alta temperatura e, una volta spento, fare asciugare le carrube per circa 30 minuti. Successivamente metterle a mollo per 24 ore. Procedere con cura ad estrarre tutti i semini. In un tegame mettere le carrube e coprirle di acqua fino in superficie e portare il tutto ad ebollizione. Si otterrà un liquido sciropposo di colore bruno. 

A questo punto filtrare più volte eliminando le carrube e gli eventuali  residui. Questo sciroppo, chiamato zanfarru, può essere utilizzato come un ottimo espettorante durante l’inverno. Da questo sciroppo si può ottenere una crema gustosissima u biancumanciari ri zanfarru.   Per ottenerlo, basta procedere come per la realizzazione del classico biancumanciari, aggiungendo allo sciroppo lo zucchero, la buccia d’arancia e l’amido. Infine, spolverare di farina di carrube.

Leggi news origini cucina ragusana





Stampa Stampa | Categoria Altre ricette di questa categoria |



blog comments powered by Disqus