RICETTE dessert


Categoria: dessert

Cassata al forno


PREFETTO AIGS SICILIA Anna MartanoFood writer e food teller. Direttore Accademico e Maestra di cucina e pasticceria de “I Monsù- Accademia Siciliana di Enogastronomia”. Svolge intensa attività divulgativa attraverso conferenze e convegni tematici.

 

Ingredienti

Per 8/10 persone, impastate una frolla con 250 gr di farina di grano duro, 250 gr di farina 00, 200 gr di zucchero, 200 gr di burro a pezzetti, 4 tuorli e ½ bicchierino di acqua fredda

Preparazione

Impastate velocemente affinché  il burro non si scaldi, formate una palla e lasciate riposare in frigo per circa mezz’ora. Nel frattempo preparate la crema di ricotta: fate colare a lungo la ricotta in un colapasta affinché perda la parte acquosa; passatela al passaverdure e aggiungete 150 gr. di zucchero e una bustina di vanillina. Lavorate bene con una spatola sino a renderla setosa. Ungete e infarinate una tortiera di 28/30 cm di diametro; stendete la pasta e foderate lo stampo, versatevi la crema di ricotta e, con gli avanzi di pasta, realizzate delle striscioline e modellate un intreccio sopra la farcia. Infornate a 180° per 25 /30 minuti, sino a che non prenda un bel colore dorato; lasciate raffreddate e poi servite.

Accompagnate con un Moscato di Pantelleria liquoroso dal profumo aromatico, dal sapore molto fruttato e piacevolmente dolce che ben si adatta ai dolci con ricotta.

Informazioni

Una celebre multinazionale dell’industria alimentare produce un latticino spalmabile e lo pubblicizza quale ingrediente perfetto per realizzare un classico della pasticceria statunitense : la cheese-cake, ovvero la torta al formaggio che si compone di un fondo biscottato e di una farcia cremosa a base di formaggio. Ciò che i pubblicitari non sanno, però, è che l’unica, vera, originale cheese-cake sia rigorosamente “made in Sicily” (anzi, ne esistono ben due di originali cheese-cake siciliane). I troppi siciliani costretti a lasciare la nostra, e loro, terra per cercare lavoro e fortuna in America portarono  un bagaglio di tradizioni e consuetudini anche alimentari che cercarono di mantenere con ciò che era disponibile in loco. La cassata al forno, antenata della cassata siciliana come oggi la conosciamo, era  uno dei dolci delle feste. Ne esistono diverse versioni : aperta o chiusa, con o senza canditi e cioccolato, spolverata o meno di zucchero a velo e cannella …  Questa è la versione di Maria Grammatico, celebre pasticciera di Erice, autrice del libro Mandorle amare: il suo negozio è visitato da golosi e curiosi provenienti da ogni dove ed è un luogo magico e fuori dal tempo che profuma di canditi e fichi secchi, di arancia e mandorle ma, soprattutto, di Sicilia. 


Leggi news cassata siciliana

 





Stampa Stampa | Categoria Altre ricette di questa categoria |



blog comments powered by Disqus