NOTIZIE gusto e analisi sensoriale


Categoria: gusto e analisi sensoriale

Oltre l'esperienza sensoriale del gusto


Testo di Giorgio Orizio -  Sous chef cuoco e gastronomo "itinerante". Laureato in Economia, promozione e gestione del Turismo. Appassionato di Storia e Cultura gastronomica

 

Nel universo globalizzato contemporaneo e grazie alla rivoluzione sociale la degustazione gastronomica non è più una condizione multisensoriale e conviviale, ma esperienziale, cioè attesa ancora prima del reale consumo.

La distinzione dalla lingua anglosassone di "sense" e "feeling" definisce a pieno questa nuova tendenza, il desiderio come nelle vecchie concezioni platoniche è quello che muove le emozioni in modo ideale prima di farlo diventare concreto. Il connubio delle sensazioni emozionali e reali intensifica al massimo la percezione multisensoriale legata ad un evento specifico, in questo caso il convivio. Tutto ciò non rappresenta solo una teoria filosofica, ma sviluppa una vera e propria metodologia di studio che propone innovative percezioni legate all'aspettativa.

Il marketing esperienziale cerca di offrire una visione concreta e approfondita delle tematiche che precedono la realizzazione di un progetto e ne esalta le caratteristiche peculiari. Questa tecnica metodologica può essere applicata nelle organizzazioni in cui lo scopo primario dell'offerta è la vendita di un servizio originale ed innovativo rispetto agli standard attuali del mercato.

In questo periodo storico di riflusso economico diviene strategica e vincente la realizzazione di un progetto marcatamente esperienziale basato su narrazioni  enogastronomiche con fondamenti storico/antropologici e racconti culturali o ideali legati al mondo della gastronomia universale. L'idea, la pianificazione strategica, il consumo multisensoriale e la condivisione dell'esperienza reale creano quel valore aggiunto che rende il servizio originale, vincente ed innovativo.

Grazie all'interazione offerta dalle nuove tecnologie è più facile che in passato relazionarsi con i potenziali commensali e cogliere le intenzioni di consumo in base alle loro aspettative usandole come volano per la progettazione di una strategia esperienziale di successo e perdurante nel tempo.

L'esperienza per diventare oggetto di business deve essere originale, ripetibile e continuativa intessendo un legame ideale tra il presente ed il prossimo futuro.





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria