NOTIZIE cibo di strada


Categoria: cibo di strada

Cassone romagnolo


Dall’epoca contemporanea si è andato affermando l’utilizzo dell’impasto e della modalità di cottura della piadina per confezionare i cosiddetti "crescioni" o “cassoni”, sorta di calzoni romagnoli, sembra così battezzati perché farciti con il crescione.
A seconda del “campanile” i romagnoli hanno sempre personalizzato il ripieno, e così ancora all’inizio del ‘900, a Bagnacavallo venivano confezionati e distribuiti al popolo, dalle confraternite filantropiche durante le festività locali, i "caplàz" (cappellacci) farciti di maccheroni pasticciati.
Fino agli anni ‘50 nella frazione riminese di S. Giuliano, i pescatori offrivano per strada i "casòn" (cassoni) riempiti con erbette lesse e pesciolini fritti.
A Tredozio durante la sagra del paese, si confezionavano e si confezionano i "bartlàz" (bartolacci) ripieni di patata lessa, pancetta e parmigiano.
Oggi i crescioni si possono trovare assieme alla piadina nei molti chioschi romagnoli, e vengono imbottiti con gli ingredienti più diversi: erbette, spinaci, salsiccia, mozzarella e pomodoro, würstel e crauti.
Leggi ricetta
Leggi news cibo di strada
Leggi news tortelli
Leggi news Emilia Romagna





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria