NOTIZIE salumi - carne


Categoria: salumi - carne

Mèlina razza bovina sarda


Testo di Giovanni FancelloEsperto e docente di storia della gastronomia sarda. Autore di numerosissime pubblicazioni, fra le quali citiamo: Sabores de Mejlogu, Sardegna a tavola, Il pesce povero, Le erbe selvatiche, Le spezie. Collabora alle pagine gastronomiche delle più importanti testate giornalistiche sarde. Vincitore del concorso internazionale  “Premio Marietta” di Pellegrino Artusi.

 

Il culto del bue e del Dio Toro rappresentava, nelle Civiltà sarde prenuragiche e nuragiche, la fecondità agraria. La sua immagine è più volte scolpita o dipinta nelle pareti delle numerose domus de janas. 

La Mèlina è una razza bovina tipica del centro Sardegna, dove pascola allo stato brado dall'altopiano del Guilcieri alle colline dell'Alto Oristanese. Un bovino conosciuto per il caratteristico color miele del suo mantello, dalle carni gustose e versatili in cucina. 

L’origine della razza è incerta. Lo studioso Felice Cherchi Paba descrive nei suoi studi, la ricchezza degli allevamenti bovini e vaccini nell’isola in ogni epoca. Il miglioramento della razza, secondo lo studioso, avvenne già in epoca romana dove i bovini locali, di taglia piccola, vennero incrociati con animali di specie provenienti dalla penisola, al fine di ottenere una razza più produttiva. Cita anche una riflessione riportata dal Keller, in un suo libro del 1928, ove attribuiva alla Sardegna “un bue con caratteri particolari che si avvicinano a quelli dell’antico Egitto: per la conformazione del capo presenta però molte somiglianze con quello dell’antica Roma”.  Secondo lo studioso sardo la razza da lavoro e da carne a cui fa riferimento il Keller era sicuramente quella della valle del Tevere, chiamata in latino melinum, assai nota e apprezzata nell’isola per il colore del suo mantello color miele,  e chiamata in sardo melinu. 

Razza da lavoro ricordata anche dal Giovanni Francesco Fara, nei suoi scritti del 1580, dove indicava una razza di buoi bianchi che i sardi chiamano melinos e che nel Campidano veniva utilizzato per far parte dei gioghi.

Leggi news bovi e bovini





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria