NOTIZIE orto - frutti


Categoria: orto - frutti

Storia dell'erba bardana


Nome scientifico ‘arctium lappa’, il cui primo termine significa ‘peloso come un orso’ e il secondo fu scelto da Virgilio per le piante dai frutti che si attaccavano ai vestiti.
La bardana, pianta medicinale usata da secoli, passa il primo inverno stendendo le sue larghe foglie biancastra e coperte di peli sul terreno; all’arrivo della primavera, innalza un grande fusto peloso (da qui la similitudine con l’orso), simile ad un albero, che porta in cima alle ramificazioni tanti pennellini purpurei avvolti in una pallottola con uncini ripiegati e appiccicosi, utili per disseminare i semi tramite il vello degli animali.
La bardana è una pianta biennale, che cresce dal mare alla montagna e fiorisce dalla primavera alla tarda estate.
In cucina si utilizzano: i gambi delle foglie più grosse come asparagi; le foglie più tenere nell’insalata o nelle minestre, aggiungendole a fine cottura; la radice principale viene lessata come contorno.
Numerosi sono gli impieghi della bardana nella medicina popolare. Come cataplasma contro dolori acuti, foruncolosi o piaghe, come decotto per combattere la caduta dei capelli, come infuso quale diuretico.
Leggi ricetta





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria