NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Storia dei canoni estetici Magro e Grasso

Nella tradizione Romana, frutto di una civiltà agricola, l'immagine estetica da sublimare era quella del condottiero agricoltore, perfettamente identificata dall'asciutto Lucullo. Questo cambiò nell'alto Medioevo, quando il cibo carneo andò ad identificare per gli strati dominanti la prima...

Asiago Dop

Asiago Dop

L’Asiago DOP è un formaggio prodotto con latte vaccino in due tipologie, fresco o pressato (con latte intero) e stagionato o d’allevo (con latte parzialmente scremato). Il gusto dell’Asiago stagionato è...

Pani tradizionali Alto Adige

Pani tradizionali Alto Adige

La sola provincia di Bolzano annovera più di cento tipologie differenti di pane. Siamo nel regno del pane nero, prodotto tornato prepotentemente alla ribalta grazie alle tendenze salutistiche alimentari, che lo...

storia cucina senegalese

storia cucina senegalese

La cucina senegalese è considerata fra le migliori di tutta l’Africa. Gli ingredienti base di ogni piatto sono il pollo o il pesce, accompagnati da riso e verdure. Ogni regione utilizza spezie particolari e spesso...

Olio d'oliva funzioni curative

Olio d'oliva funzioni curative

Già Ippocrate raccomandava l’olio in casi di ulcere, e nell’antica Roma si raccontava l'aneddoto di quel centenario che doveva la sua longevità all'uso costante di olio d'oliva. Plinio scrive: "Ci...

Conclave e cucina

Conclave e cucina

Bartolomeo Scappi, "cuoco secreto" di papa Pio V, ritiene cosa utile dar notizia di come vennero organizzati i lavori di cucina, e i complessi rituali di servizio, nel corso del conclave che tenne segregati i...

Storia del maiale

Storia del maiale

Molto probabilmente il maiale domestico che noi conosciamo proverrebbe dal cinghiale o da una specie selvatica simile. Il nome deriverebbe dal latino porcus maialis, e si farebbe risalire all'abitudine di sacrificare...

Storia degli gnocchi

Storia degli gnocchi

Con ogni probabilità lo gnocco è la prima forma di pasta usata dall’uomo. Risulta infatti spontaneo mescolare a freddo un po’ di farina (derivante da miglio, panico, sorgo, farro, grano), con poca acqua, farne delle...

7 consigli per valutare un piatto

7 consigli per valutare un piatto

Quando si gusta un cibo, le sensazioni si fondono nella corteccia esterna del nostro cervello in un unicum, una percezione polisensoriale complessa, difficile da descrivere. La sommatoria dei vari profumi, dei gusti,...

Storia delle cucina conventuale

Storia delle cucina conventuale

Ci sono parecchi motivi per cui oggi si può affermare che l’arte culinaria europea e la relativa educazione alla tavola, abbiano avuto origine tra le mura dei monasteri e delle abbazie medioevali. Queste furono le...

L'origine dei Monaci Guerrieri

L'origine dei Monaci Guerrieri

Fu probabilmente il 1119 l’anno di fondazione dell’Ordine, data di presentazione dei cavalieri al Re di Gerusalemme Baldovino II, al quale avrebbero dichiarato di essere disposti a proteggere i pellegrini lungo le...

Latte purificatore dell'Ascensione

Latte purificatore dell'Ascensione

Quando la primavera è nel pieno del suo rigoglio, s’incontra la festa mobile dell’Ascensione. L’evocazione cristiana riguarda l’ascesa al cielo del Signore quaranta giorni dopo la Pasqua. L’operatività agricola è...

Importanza analisi sensoriale

Importanza analisi sensoriale

L'interrogativo sorge spontaneo: quale utilità può avere l'analisi sensoriale per uno chef ipertecnologizzato e ipermediatizzato del terzo millennio? Un fatto è certo: nemmeno i più idolatrati professionisti dei...

La Bottega

La Bottega

Quella del venditore ambulante è stata la più antica forma di commercio, ma le botteghe dove si effettuavano la vendita giornaliera degli alimenti esistevano già nella Roma antica. Con il declino...

Trattato delle confetture - Michel de Notre-Dame

Trattato delle confetture - Michel de Notre-Dame

Onde appagare il volere e l'affezione di molte amabili persone, puranche di sesso femminino [...] non resta che fare l'acquisto del suddetto opuscolo, il quale insegna a conservare ogni sorta di frutta”. L'autore di...

Parole e cibi: scapece

Parole e cibi: scapece

Lo scapece, nelle sue diverse varianti locali, è la preparazione che si fa del pesce (e talora di alcune verdure) fritto e marinato in aceto con varie erbe aromatiche e corrisponde grosso modo al nordico...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Coniglio all’ischitana

Il coniglio all’ischitana è la preparazione ideale per esaltare le qualità degli animali allevati in fossa. Il coniglio, insieme a una testa d’aglio intera, viene rosolato a tocchi, generalmente 8 più 2 (testa e coda), nella sartana, la tradizionale padella di rame. Dopo la rosolatura, viene...

Torta di pane e uva

Torta di pane e uva

Private il pane e dalla crosta: dovrete ottenere 300 gr di mollica di pane che taglierete a pezzi e li metterete in una ciotola in ammollo con il latte per circa 10 minuti. Intanto che la mollica si ammorbidisce,...

Praline croccanti del duca

Praline croccanti del duca

Mettete dello zucchero in una terrina di medie dimensioni e riscaldate leggermente fino a che lo zucchero comincia a fondersi. Fate ruotare la pentola in modo che lo zucchero si distribuisca uniformemente. Lasciatelo...

Nadalin veronese

Nadalin veronese

Versare su una spianatoia della farina a fontana e mettervi al centro: burro, zucchero, uova, lievito di birra, succo di limone, sale, vanillina e vino passito. Lavorare accuratamente l’impasto fino a che...

Frittella catas o cattas

Frittella catas o cattas

Tutta la Sardegna festeggia il carnevale con le sue frittelle: briniols, brignolos, catas, frisgiolas, frisjolas, frijolas, tzipulas, uvusones, meraviglias, angelotos e altre ancora. La base dell’impasto è quasi...

Sfincione palermitano

Sfincione palermitano

Si impasta la semola con il lievito, il sale e molta acqua. Si lascia lievitare l’impasto. Una volta che l’impasto è raddoppiato di volume, si taglia in pezzi. Questi si schiacceranno un po’. Su ciascuno di queste...

Sharba libica

Sharba libica

Ingredienti: 150/200gr di carne d'agnello tagliata in piccoli pezzi - 1/4 tazza d'olio o "samn" (burro chiarificato vegetale) - 1 grossa cipolla - 1 cucchiaino di pasta di pomodoro - 2/3 pomodori - limone -...

Taralli all’uovo bolliti e glassati

Taralli all’uovo bolliti e glassati

La sera: impastare in una coppa tutti gli ingredienti e, ad uno ad uno, aggiungere le uova necessarie per formare una pasta omogenea. Lavorare bene e trasferire la pasta su una spianatoia unta con poco olio, quindi...

Pastiera napoletana - tacuinum de' dolci

Pastiera napoletana - tacuinum de' dolci

Mettere in una casseruola il grano con il latte, la scorza dell’arancio, il burro, lo zucchero e la vaniglia. Portare a ebollizione e lasciar cuocere dolcemente finché il latte sarà completamente...

Uova sode e gamberetti - Piero della Francesca

Uova sode e gamberetti - Piero della Francesca

Ingredienti: una conchiglia quale simbolo di pellegrinaggio, un uovo quale metafora di rinascita e perfezione, e frutti d’acqua dolce quale modello di sublime leggerezza. Preparazione: Rassodate un uovo per ogni...

Torta morbida di mele

Torta morbida di mele

Sbucciare e tagliare le mele a fettine sottili. Metterle a marinare con 50g di zucchero, la scorza grattugiata e il succo dell’arancia. Nel frattempo montare i tuorli con il resto dello zucchero, fino ad ottenere un...

Cuccia dolce di Santa Lucia

Cuccia dolce di Santa Lucia

Mettere a bagno il grano per tre giorni. Cuocerlo a fuoco lento. Una volta cotto, condirlo con lo zucchero, la ricotta mantecata e la cannella. Si rimette la zuppa sul fuoco per un quarto d’ora, mescolandola...

Piatti certificati C'era una volta a' Bellambriana - Baia (NA)

Piatti certificati C'era una volta a' Bellambriana - Baia (NA)

Con la carne tritata, un uovo, 2 cucchiai di parmigiano ed il pane raffermo, realizzate delle polpettine di circa cm.2 di diametro, friggetele e scolatele su carta assorbente. Sbucciate le melanzane, affettatele,...

Focaccia di ciccioli - Cotzula de berda

Focaccia di ciccioli - Cotzula de berda

Nella sub-regione del Mejlogu, in Sardegna, quando si ammazzava il maiale in casa, le preparazioni e trasformazioni della bestia duravano tre giorni. Il giorno più deputato era l’otto dicembre, “Sa Purissima”,...

Piatti certificati Ristorante Luna Rossa - Terranova di Pollino (PZ)

Piatti certificati Ristorante Luna Rossa - Terranova di Pollino (PZ)

Mettere a bagno per qualche ora i fagioli. In una alta pentola cuocere i fagioli in acqua leggermente salata, a metà cottura, aggiungere la polvere di peperone e l’aglio. Nel frattempo cuocere le castagne...

Edoardo III e l’oca in agrodolce

Edoardo III e l’oca in agrodolce

Edoardo III, di fisico aitante, non era un goloso. Amava nutrirsi di cose semplici, come i patrizi dell’epoca prediligeva la carne bianca – specie quella di pollame. Questa ricetta è dedicata alla sua lungimiranza e...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...