NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Patata di Bologna DOP

Il viaggio della patata, dal suo ingresso in Europa, fino alla sua completa diffusione agronomica e utilizzazione alimentare, non è stato facile: avversata per oltre un secolo come un “frutto ” del diavolo, in quanto si sviluppa sotto terra, coltivata nei giardini dei re di Francia per i...

La Frutta secca

La Frutta secca

In epoca dinastica noci e mandorle facevano parte del costume alimentare e fu proprio dalla civiltà egizia che tali frutti penetrarono nella civiltà greca e in quella romana. Nei banchetti...

Susianella di Viterbo

Susianella di Viterbo

È un insaccato tradizionale, tipico della città di Viterbo, la cui produzione era legata in passato ai soli mesi invernali, da novembre a marzo. Tratto da una ricetta che sembra risalga alla...

Bere e mangiare rappresentati nelle arti

Bere e mangiare rappresentati nelle arti

Il cibo e il vino sono stati rappresentati nel corso dei secoli grazie a numerose opere d’arte. Osservando un dipinto o un affresco che testimonia un momento conviviale - si scavalcano le porte del tempo: i piatti e...

Salmì del cacciatore

Salmì del cacciatore

Quando si parla di selvaggina e di cacciagione si trovano spesso ricette chiamate “in salmì”. Si tratta di una cottura lenta e lunga con vino e aromi, adatta a carni dal sapore robusto e dalla consistenza...

Ferri da cialde o da ostie

Ferri da cialde o da ostie

La forma schiacciata del pane consacrato cominciò ad apparire in Oriente alla fine del quarto secolo. S. Epifanio, morto nel 403 d.C., fu il primo a fare degli accenni su questo tipo di pane rotondo "Hoc...

Pizzoccheri e casonsei lombardi

Pizzoccheri e casonsei lombardi

Tradizionalmente considerata terra di riso, la Lombardia annovera nel proprio panorama culinario anche numerose ricette di pasta, che rispecchiano una grande varietà di tradizioni e culture territoriali. A...

Cicoria orologio dei pastori

Cicoria orologio dei pastori

Pianta erbacea molto comune apprezzata da millenni, è chiamata anche radicchio selvatico e volgarmente “bruttona” (per il suo aspetto non particolarmente attraente). Originaria del bacino Mediterraneo, la...

Banchetto greco un rituale sociale cittadino

Banchetto greco un rituale sociale cittadino

Il consumo delle carni e dei cereali, prima ritualmente consacrati agli dèi, rappresenta il momento centrale del banchetto. Ma qual'è il suo buon uso? Per prima cosa va osservato che non esiste un uso,...

OCA animale perfetto

OCA animale perfetto

Il suo addomesticamento risale ad alcuni millenni or sono: le varietà domestiche attuali pare derivino dalla varietà selvatica detta “cinerina”. Si distinguono due gruppi principali di razze: quelle di...

Provatura romana

Provatura romana

Il nome nasce dalla sua genesi: infatti la Provatura è la prova, ossia la parte che viene ricavata dalla massa di formaggio per testare la qualità della filatura della pasta. La prima traccia scritta di...

Storia dell'alimentazione: Preistoria all'età del Ferro

Storia dell'alimentazione: Preistoria all'età del Ferro

Testo di Massimo Vidale - Istituto Centrale per il Restauro - Roma Ministero Beni e Attività Culturali. Cibo e alimentazione fanno parte di quegli argomenti che sembrano fatti apposta per suscitare polemiche e...

Il Pane della Madonna

Il Pane della Madonna

L’icona della Vergine Maria circondata da piante di basilico, in una chiesa che profuma come un orto, è forse l’immagine che meglio sintetizza il rapporto tra le erbe e il sacro che persiste, ancora oggi, tra...

Vino come farmaco

Vino come farmaco

Non c'è nessun alimento al mondo simile al vino, considerato da un punto di vista strettamente medico: salutare se assunto in moderate quantità, dannoso se consumato con abuso. Secondo alcuni letterati...

Raviggiolo dell'Apennino tosco-romagnolo

Raviggiolo dell'Apennino tosco-romagnolo

Questo raro latticino ha secoli di storia. Tra le citazioni che ne evidenziano l’importanza ricordiamo quella datata 1515, secondo la quale il Magistrato Comunitativo della terra di Bibbiena (AR) portò in dono...

Foodies nuovi profeti in cucina

Foodies nuovi profeti in cucina

Qual'è il cibo più o meno buono, più o meno accettabile? In sintesi è una domanda e un punto sempre interrogativo su cosa ci sia dietro gli alimenti. A livello antropologico occorre...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Nepitelle

Amalgamare la farina con le uova, lo zucchero, poco sale e lo strutto fuso. Lavorare a lungo fino ad ottenere un impasto elastico e omogeneo. Lasciar riposare al fresco per 30 minuti. Per il ripieno tostare e tritare le mandorle e le noci. Sbollentare i fichi, tritarli e unirli alla frutta secca....

Sfiziosità - Rotolini di piantaggine

Sfiziosità - Rotolini di piantaggine

Ingredienti: Fette di manzo sottili - pancetta a fette - foglie di piantaggine - olio d’oliva – farina – formaggio – cipolla - salsa di pomodoro - pepe macinato – sale. Preparazione: Salare e pepare la carne su cui...

Piatti certificati Ristorante Il Mulino - Mammola (RC)

Piatti certificati Ristorante Il Mulino - Mammola (RC)

Insalata di stocco: Ingredienti per 4 persone: 1 Kg. di pescestocco spugnato, olio, aglio, prezzemolo, limone. Preparazione: Prendere lo stocco e tagliare a pezzetti. Condire con olio crudo, prezzemolo, aglio tritato,...

Piatto caldo e freddo di ortiche

Piatto caldo e freddo di ortiche

Prendi delle ortiche, lavale e passale al colino, falle asciugare sul tavolo e tagliale. Trita una quindicina di grani di pepe, bagno con la salsa, lavora, aggiungi dopo due tazze di salsa e 18 gr. di olio. Metti a...

Timballo di maccheroni

Timballo di maccheroni

E’ un piatto napoletano da re, quel timballo medievale di maccheroni a tre strati, condito con cacio grattugiato, cannella, fette di provola fresca e abbondante butirro; spruzzato poi di acqua di rose, e lasciato...

Tarallini - Cacchitièddi

Tarallini - Cacchitièddi

Riscaldare il vino e sciogliere dentro il sale, quindi toglierlo dal fuoco. Fare scaldare l’olio, gettare dentro la buccia di limone e, appena si sente “sfrigolare”, spegnere la fiamma. Dopo aver messo la farina a...

Taillis o crema di frutta secca

Taillis o crema di frutta secca

Sbriciolare finemente biscotti e pane secco, lavorarli con latte di mandorle in modo da ridurli a una sorta di pappa. Aggiungere zucchero grezzo, mandorle tritate, ed incorporare della frutta secca di fichi e uva...

Piatti certificati Ristorante Via del Forno - Foligno (PG)

Piatti certificati Ristorante Via del Forno - Foligno (PG)

Mettere il carré di maiale in un tegame di terracotta insieme alla carota, la cipolla, la costa di sedano e l’olio. Cuocere in forno per circa 1 ora a 180°; a metà cottura bagnare con il Sagrantino....

Dolce di riso

Dolce di riso

Portare ad ebollizione il latte con lo zucchero e una buccia di limone grattugiata; versarci il riso e cuocere a fuoco medio fino all’ossorbimento del latte. In una terrina montare a neve gli albumi assieme allo...

Dessert - Fichi della prosperità

Dessert - Fichi della prosperità

Ingredienti: fichi integri essiccati al sole, mandorle (intere e spellate), cioccolata fondente, zucchero (per rendere lucido il cioccolato). Preparazione: Fate un piccolo taglio alla base di ciascun fico e...

Biancomangiare da tacuinum de' dolci

Biancomangiare da tacuinum de' dolci

Scaldare il latte e mettere lo zucchero e le mandorle finemente tritate in infusione per una notte. Setacciare il liquido e scaldare leggermente, quindi sciogliere la colla di pesce precedentemente ammollata. Prima...

Piatti certificati Ristorante Bacco - Samara (Federazione Russa)

Piatti certificati Ristorante Bacco - Samara (Federazione Russa)

Saltare i tagliolini nel burro. Scavare la mezza forma di parmigiano (che sucessivamente potra’ essere riutilizzta, proteggendola con pellicola e conservando in frigorifero). Flambare il fondo della mezza forma con un...

Torta Maria Luigia duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla

Torta Maria Luigia duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla

Maria Luigia d’Asburgo-Lorena, durante i suoi soggiorni nelle varie località del ducato, e più precisamente in quel di Gossolengo (PC), era solita rapprovvigionarsi nelle fattorie d’uova, latte, farina e...

Zuppa di latte e castagne

Zuppa di latte e castagne

Mettere le castagne secche in ammollo per almeno 24 ore. Rosolare, in 6 cucchiai d’olio, l’aglio in camicia, la pancetta tagliata a piccoli cubetti, il peperoncino ed il rosmarino. Scolare le castagne, unirle al...

Sardellina essiccata

Sardellina essiccata

Chiamata anche ‘papalina’, perchè molto diffusa sulle coste che un tempo facevano parte dello Stato Pontificio, è un piccolo pesce che viene pescato tutto l’anno con i trabucchi, antiche ed ingegnose...

Crostata di ricotta

Crostata di ricotta

Con farina, burro, un uovo e due tuorli preparate una pasta frolla alla quale aggiungete una puntina di sale e della buccia grattata di mezzo limone. Fatela riposare avvolta in un panno. In una terrina lavorate un...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...