NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Papaccella napoletana

Ottima per le conserve tradizionali sottaceto oppure sottolio, la papaccella napoletana è un peperone molto carnoso e saporito, dalle bacche piccole, schiacciate e costolute (detto riccia). Le bancarelle dei mercati partenopei, a partire dal mese di luglio fino ai primi freddi, traboccano...

Nunc est bibendum...

Nunc est bibendum...

Nunc est bibendum... con queste parole, entrate a far parte del patrimonio aforismatico non soltanto italiano, Orazio (Le Odi, I, 37) inizia una sua celebre lirica. La compose per inneggiare alla pace finalmente...

La Cucina russa, fra storia e filosofia - Gianguido Breddo

La Cucina russa, fra storia e filosofia - Gianguido Breddo

Gianguido Breddo e’ un “padano-toscano” trapiantato da molti anni in Russia dove all’attivita’ imprenditoriale affianca la passione per la storia delle cucine. Autore di molti articoli e libri in lingua russa,...

Carasau cibo dei pastori

Carasau cibo dei pastori

Conosciuto anche come “carta musica”, proviene dalla Barbagia, il cui nome deriva dall’appellativo di “Barbaria” che i Romani diedero a queste terre per l’ostinazione e l’orgoglio della gente locale.Il pane carasau...

Grano saraceno cibo di carestia

Grano saraceno cibo di carestia

Seme considerato a torto un cereale, nasce da una pianta spontanea originaria della Siberia e della Manciuria. Rustico, resistente ai climi freddi e difficilmente attaccabile da parassiti, era utile per sfruttare i...

Abruzzo tradizioni culinarie

Abruzzo tradizioni culinarie

L'asperità delle catene montuose che circondano l’Abruzzo, ha da sempre fatto mantenere a questa terra un'arte culinaria viva ed indipendente. Per molti secoli l'economia della regione ha consentito a fatica la...

Crescia sfogliata

Crescia sfogliata

La crescia sfogliata ha la tipica forma della piadina, un disco rotondo dal colore dorato di pochi millimetri di spessore, rispetto alla quale è arricchita con uova e strutto. Imbandiva le tavole della corte...

Storia del limone

Storia del limone

Nel 2000 a.C. nella valle dell'Indo, oggi Pakistan, vi era una popolazione che conosceva il limone. Apparve poi in Grecia, come mela della Media (Iran occidentale), nel V sec. a.C. Ritrovamenti fatti nella zona degli...

Pomodoro ornamento e condimento

Pomodoro ornamento e condimento

Il pomodoro giunse in Italia dalle Americhe nella prima metà del ‘500, ma non ebbe un gran successo, forse proprio perché era una pianta radicalmente nuova, che colpiva ma anche sconcertava per la forma...

Pomodorino del piennolo del Vesuvio

Pomodorino del piennolo del Vesuvio

Le bacche rosse hanno buccia spessa, polpa soda e compatta e un sapore dolce-acidulo. Sapore e profumo diventano più intensi con il passare del tempo: man mano che i pomodori asciugano e la concentrazione...

L'altro gusto: saggi di estetica gastronomica - Nicola Perullo

L'altro gusto: saggi di estetica gastronomica - Nicola Perullo

"Un estetica gastronomica è sopratutto una estetica delle differenze. Si potrebbe cosi descrivere una grammatica percetttiva della differenza goduta, della differenza repulsa oppure, persino, della...

Pane nero di Castelvetrano

Pane nero di Castelvetrano

La forma è quella di una pagnotta rotonda, che in siciliano si chiama vastedda, la crosta è dura e color caffè (cosparsa di semi di sesamo), la pasta è morbida e giallo grano. Celebre in...

Vita, mercato e norme medievali

Vita, mercato e norme medievali

Per parlare di cucina medievale, bisogna cercare di conoscere l’uomo del periodo che ci interessa. Quest’uomo è un fervente credente, rispettoso del potere religioso, angosciato dalla paura dell’Inferno....

Latte e formaggi per i Latini

Latte e formaggi per i Latini

Testo di Emilia Croce - Gli antichi Romani, davano la preferenza al latte di pecora, non disdegnando quello di capra, di cavalla e d’asina. Il latte di giumenta aveva un’importanza enorme per le sue qualità...

Sarde della Santa Croce

Sarde della Santa Croce

Il pesce, quale simbolo di cristianità, è protagonista delle tavole greche in diverse ricorrenze religiose. Pensiamo al baccalà con la salsa d’aglio che si consuma il 6 di agosto, in nome di...

Simbolismo alimentare dei romani

Simbolismo alimentare dei romani

Filosofi, storici, poeti, oratori o enciclopedici romani erano tutti fanatici dei cibi e instancabilmente applicavano la celebre massima “Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei”. Essi definivano “altri” (germani,...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Baci di Dama - Tacuinum de' dolci

Tritare le mandorle e le nocciole con metà dello zucchero rendendo il composto omogeneo, quindi aggiungere lo zucchero lavorato con il burro a pezzetti, infine la farina e la fecola. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Su una teglia adagiare la carta da forno e con l’aiuto di...

Fagottini di vitello Richelieu

Fagottini di vitello Richelieu

Realizzare un impasto con salsiccia spellata, funghi tritati, madera, sale e pepe. Con la metà del ripieno farcire delle scaloppe di vitello tagliate sottili e ricavarne dei fagottini da legare con del filo....

Piatti certificati Osteria Darfani - Caviaga di Cavenago d'Adda (LO)

Piatti certificati Osteria Darfani - Caviaga di Cavenago d'Adda (LO)

Tagliate il pesce spada a dadini di un centimetro circa per lato e metteteli in una padella con un filo d'olio; d'oliva, scalogno e qualche cappero. Salate, pepate e innaffiate con un po' di vino bianco. Preparate una...

Peposo alla moda di Brunelleschi - Storia della Gastronomia

Peposo alla moda di Brunelleschi - Storia della Gastronomia

Da ben cinque secoli e mezzo, una leggenda fiorentina narra che Filippo Brunelleschi abbia adoperato il "peposo" per nutrire e riscaldare i suoi artigiani che lavoravano alla "fabbrica" di Santa...

Berlingozzo alla moda di Cosimo I

Berlingozzo alla moda di Cosimo I

Il berlingozzo, antichissimo dolce, era presente all’epoca di Cosimo I già in tutta la Toscana, con nomi e preparazioni diverse da luogo a luogo. Il termine, in uso sin dal Quattrocento, sembra derivi dalla...

Brodo di giuggiole

Brodo di giuggiole

Prendete delle giuggiole mature e lasciatele avvizzire in locali areati e freschi in modo che diventino più tenere e la buccia appaia simile a quella dei datteri. Snocciolate le giuggiole, passatele in un...

Pizza Margherita - Storia della gastronomia

Pizza Margherita - Storia della gastronomia

Mescolare in una ciotola farina, acqua e del lievito di birra. Lavorare il composto fino a ottenere una pasta senza grumi, liscia, elastica e consistente; lasciar lievitare coprendo con un canovaccio umido. Quando il...

Lepre ripiena (leporem farsum) di Apicio

Lepre ripiena (leporem farsum) di Apicio

“Per il ripieno: pinoli interi, mandorle, noci, pepe in grani e carne di lepre. Metti in forno la lepre coperta con cotenna di maiale…” Preparazione: lavare ed asciugare una lepre. Fare un trito per il ripieno della...

Piatti certificati Osteria La Campanara - Pianetto Galeata (FC)

Piatti certificati Osteria La Campanara - Pianetto Galeata (FC)

Tagliatelle di farina di castagne al ragu’ di “ciavar” e fagioli cammellini Per la sfoglia: metà farina di castagne e metà farina di grano tenero, uova , sale. Per il ragu’: porro soffritto e salsiccia...

Tronchetto di Natale

Tronchetto di Natale

Fare una pasta genovese sottile, in forma, possibilmente rettangolare. Una volta sfornata, bagnarla con del rum diluito in acqua. A parte, sbucciare le castagne e lessarle nel latte. Una volta cotte, passarle al...

Cassoeula di Sant’Antonio

Cassoeula di Sant’Antonio

Cibo rituale per la festa di Sant’Antonio, la cassoeula è un piatto invernale composto da verze che devono aver preso la prima gelata per rimanere più tenere...

Torta di Zucca

Torta di Zucca

Ingredienti: 200 gr. di farina,100 gr. burro freddo, 1 tuorlo d'uovo, 1 pizzico di sale, 3-4 cucchiaini d'acqua. Preparazione: nel frullatore mischiare la farina, il burro, il tuorlo, l'acqua e il pizzico di sale....

Bouillabaisse marsigliese

Bouillabaisse marsigliese

La bouillabaisse è una zuppa di pesce provenzale, il cui nome pare derivi da "boullir" (bollire) e abaisser (abbassare), perchè la vivanda deve essere cucinata a fuoco molto forte, ma ritirata...

Piatti certificati Ristorante La Lancia d'Oro - Arezzo

Piatti certificati Ristorante La Lancia d'Oro - Arezzo

Laviamo bene i fegatini e le creste, mettiamo il tutto su un tagliere e li tagliamo a cubetti piccoli. A parte mettiamo in una padella dell’olio extra vergine d’oliva con la cipolla tagliata a julienne ad appassire,...

A far zanzarelli

A far zanzarelli

Sbattere diverse coppie d’uova, ed aggiungervi generoso grana e pan grattato. Portare del brodo di pollo ad ebollizione, arricchirlo con zafferano, e lasciarlo in infusione finché non diventerà di un bel...

Estratto liquido di stevia

Estratto liquido di stevia

Mettete 350 g di foglie fresche in un vaso di vetro e coprite con 1 l di alcol a 95°. Lasciate macerare per 15 giorni, agitando ogni tanto il vaso. Infine filtrate il liquido e diluitelo con 1/3 di l di acqua....

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...