NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Storia e proprietà del luppolo

Humulus (ama i luoghi umidi) lupulus (strozza come il lupo i giovani arbusti cui si abbarbica). Di esso è tradizione sin dai tempi lontani cogliere le parti tenere e le cime dei rami a fini alimentari. In età Romana il luppolo entrò come aromatizzante amaro di una bevanda ottenuta dalla...

Biancospino buono, bello, salutare

Biancospino buono, bello, salutare

Noto fin dai tempi più antichi, il Biancospino regala al paesaggio due visioni: nuvole bianco-rosate in primavera e vivaci macchie rosso-arancio in autunno. Pare che fu Teofrasto a chiamarlo con il nome poi...

Zampina o Zampino?

Zampina o Zampino?

Tutt’e due. Si tratta di due diversi tipi di salsiccia fresca preparati tradizionalmente in due paesi della Murgia barese distanti fra loro solo 13 km: Gioia del Colle e Sammichele di Bari. La più nota è...

Storia calamari e calamaretti

Storia calamari e calamaretti

Mollusco di grande uso gastronomico, che può essere gustato in numerose e differenti preparazioni. Detto anche pesce calamaio, perché quando è inseguito emette un liquido nero, che intorbida...

Rafano e cucina lucana

Rafano e cucina lucana

"Il ravanello vale il suo peso in piombo, le barbabietole il suo peso in argento, il rafano il suo peso in oro." A tanto ammontava il valore dato al rafano dagli Dei. Questa è la leggenda, questo...

Il Pane della Madonna

Il Pane della Madonna

L’icona della Vergine Maria circondata da piante di basilico, in una chiesa che profuma come un orto, è forse l’immagine che meglio sintetizza il rapporto tra le erbe e il sacro che persiste, ancora oggi, tra...

Storia pimento

Storia pimento

Il Pimento, anche chiamato Pepe di Giamaica o Pepe garofanato, è una spezia ricavata dai frutti essiccati della Pimenta dioica, albero sempreverde della famiglia del Mirto. Il pimento è originario dell'America...

Storia del Vino

Storia del Vino

La parola vino è antichissima e gli etimologi discutono se farla derivare da una radice del sanscrito “venas” (piacevole) da cui Venus (Venere), oppure dall’antico ebraico “iin” che attraverso il greco “oinos”,...

Pangiallo romano

Pangiallo romano

Il tipico pangiallo romano, ha subito numerose trasformazioni durante i secoli, con numerose varianti. Questa preparazione ha la sua origine in epoca Romana, e più precisamente durante l'età imperiale,...

Gastrosofia generazione mister chef

Gastrosofia generazione mister chef

Le teorie classiche della sociologia della comunicazione contemporanea identificano i mutamenti generazionali grazie allo studio della simbologia impressa nel consumatore moderno dai "new media" che oltrepassando ogni...

Storia del ragù

Storia del ragù

Con il termine di origine francese "Ragout" si identificano generalmente preparazioni di carne, pesce o verdura tagliate a pezzi, a cottura "in umido" relativamente lunga. La parola...

Cibi e Precettorie

Cibi e Precettorie

La Regola segnalava che il posto d’onore nella tavola spettava al pane, e l’uso della carne era limitato a tre volte la settimana, privilegiando il pesce, le uova, i formaggi, i legumi e le verdure. Le disposizioni...

Proprietà erbe spontanee

Proprietà erbe spontanee

Una tradizione antica e profondamente radicata nelle società rurali, attribuiva alle fate le malattie dei mortali, alle quali solo un 'dottore delle fate' poteva porre rimedio usando le erbe sacre. Naturalmente si...

Carciofo Violetto di Castellammare

Carciofo Violetto di Castellammare

Questo ortaggio è conosciuto anche come “carciofo di Schito”, la frazione di Castellammare di Stabia identificata in epoca romana con il toponimo “orti di Schito” per la sua vocazione. Il carciofo di...

Gastrosofia il frigorifero invenzione salva cibo

Gastrosofia il frigorifero invenzione salva cibo

Immaginare che in casa non ci sia il frigorifero. Tutto d’un colpo cambierebbe: il rapporto col cibo, l’organizzazione dei pasti, il sistema dei sapori, il ritmo stesso della vita quotidiana. Che il freddo aiuti a...

Charles Baudelaire e le gioie del vino

Charles Baudelaire e le gioie del vino

Grande poeta francese che celebrò con i suoi scritti i piaceri della vita e fra gli altri, quelli del cibo e del vino. Indignato con Brillat-Savarin, secondo il quale il vino “non è altro che un liquore...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Spiedini di dentice e tonno tartufati - Tacuinum Barocco

Tagliate i filetti di dentice a cubi regolari da 3 cm e avvolgeteli con delle striscioline di tarantello di tonno. Steccate i cubi di dentice in uno spiedo e condite con sale e pepe e cuoceteli sulla griglia a fuoco moderato. Serviteli con olio profumato all’aglio e lamelle di tartufo...

Cavallucci dal tacuinum de' dolci

Cavallucci dal tacuinum de' dolci

Cuocere a fuoco basso lo zucchero con un bicchiere di acqua finché il composto non filerà. Togliere dal fuoco e aggiungere la farina, le noci spezzettate, i canditi, l’anice e tutte le spezie. Mescolare...

Vasilopita (torta di San Basilio)

Vasilopita (torta di San Basilio)

Sciogliere 1 cubetto di lievito di birra in 100 g di latte tiepido. Radunare in una ciotola 300 g di farina, 1 cucchiaino di cannella, 1/2 cucchiaino circa di mastica pestata, 1/2 cucchiaino di sale, 60 g di zucchero....

Cucciddatu di San Giuseppe

Cucciddatu di San Giuseppe

Impastare la farina con il lievito, l’acqua e il sale. Mettere a lievitare l’impasto in un luogo caldo. Una volta raddoppiata di volume, impastare nuovamente la pasta con il burro. Ricavare dei pani a forma di ruota e...

Asparagi in salsa bianca a La Varenne

Asparagi in salsa bianca a La Varenne

Per gli asparagi: Cimate i gambi di asparagi in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, legateli in due mazzi e metteteli in piedi, con le punte all'insù, in quattro dita d’acqua salata bollente....

Brighelle a base di pasta choux farcita

Brighelle a base di pasta choux farcita

Versare in una casseruola l'acqua e il burro e cuocere a fuoco vivace. Quando inizia a bollire aggiungere la farina tutta insieme e mescolare fino a quando il composto sarà omogeneo e si staccherà dai bordi della...

Frittatina di Crisantemi

Frittatina di Crisantemi

Sbattete un uovo amalgamandovi latte, sale, pepe e una grattuggiata di zenzero. Al composto, aggiungere dei petali di crisantemo, mescolare e versare in una padella dove sarà stato scaldato dell’olio. Cuocere a...

Uova al bacon d'Händel

Uova al bacon d'Händel

In una padella versare dell’olio, quando sarà ben caldo, adagiarvi delle fette di pancetta da far rosolare bene da ambo le parti. Aggiungere le uova e cialdellare affinché saranno ben rapprese. Salare e...

Peposo alla fornacina

Peposo alla fornacina

Da ben cinque secoli e mezzo, una leggenda fiorentina narra che Filippo Brunelleschi abbia adoperato il "peposo" per nutrire e riscaldare i suoi artigiani che lavoravano alla "fabbrica" di Santa Maria del Fiore. I...

Crepe dal tacuinum de' dolci

Crepe dal tacuinum de' dolci

Lavorare con una frusta la farina con metà dose di latte, unire le uova ed infine incorporare il latte rimasto e un pizzico di sale. Lasciare che la pastella riposi e poi aggiungere il burro fuso. Scaldare una padella...

Salsa alessandrina per pesce

Salsa alessandrina per pesce

Ius Alexandrinum in pisce asso - Prendi cipolla tritata e rosolata, pepe, sedano, cumino, origano, semi si sedano, prugne snocciolate, miele precedentemente mescolato con vino bianco, aceto e olio. Pesta e mescola il...

Frittelle di spinaci

Frittelle di spinaci

Tagliare gli spinaci a listarelle e sbianchire in acqua bollente, quindi freddare. Soffriggere la cipolla tritata e unire il prezzemolo sminuzzato. Aggiungere gli spinaci e saltare velocemente. Salare e pepare....

Sopa coeada di colombaccio

Sopa coeada di colombaccio

I contadini/cacciatori di un tempo dovevano provvedere a sfamare le famiglie con ciò che riuscivano a coltivare ed a cacciare, quando le prede non erano sufficienti da sole a sfamare la famiglia bisognava...

Pasta - Gnocchi al pesto di pistacchio

Pasta - Gnocchi al pesto di pistacchio

Pestare in un mortaio prezzemolo, basilico, pistacchi, pinoli, mandorle tostate, parmigiano, aggiungendo olio, sale e pepe. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e consistente. Cuocere degli...

Teglia di minutaglie

Teglia di minutaglie

Per Archestrato il modo migliore per gustare i minuscoli pescetti era quello di passarli in un soffritto di odori. Un discepolo di Archestrato aggiunge che dato il poco calore necessario a cuocere questi pescetti...

Strascinati con olive nere di Ferrandina e mosto cotto

Strascinati con olive nere di Ferrandina e mosto cotto

Grattugiare finemente la ricotta tosta e versare in una padella unta con i due cucchiai d'olio, far soffriggere lentamente, aggiungere il limone e allungare con un mestolo di cottura. Dopo un minuto versare le olive...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...