NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Papaccella napoletana

Ottima per le conserve tradizionali sottaceto oppure sottolio, la papaccella napoletana è un peperone molto carnoso e saporito, dalle bacche piccole, schiacciate e costolute (detto riccia). Le bancarelle dei mercati partenopei, a partire dal mese di luglio fino ai primi freddi, traboccano...

Bitto Dop

Bitto Dop

Il Bitto DOP è un formaggio prodotto con latte intero di vacca. Ha una forma cilindrica regolare, la pasta è semidura ed il sapore dolce e delicato. Con l’invecchiamento il Bitto acquista maggiore...

Scelte alimentari e mente

Scelte alimentari e mente

Cominciamo parlando della comunicazione subliminale, basata su messaggi inviati all'inconscio al fine di pilotare le scelte, che è legata a missive visive, olfattive o sonore, e le grandi aziende la stanno...

Storia del garum

Storia del garum

Apicio suggerisce il garum su gran parte delle sue ricette, con la specifica funzione di salare le vivande. Sugli elementi che costituivano questo condimento di base della cucina antica c'è discordanza. Plinio...

WURSTEL salsiccia nordica

WURSTEL salsiccia nordica

Il wurstel è un prodotto d’origini nord europee, con il quale nella nostra penisola negli ultimi decenni si indica un tipo di salsiccia tedesca, oggi prodotta anche in altri paesi. Il nome tedesco sarebbe “Frankf

Sapa, Mosto e Vino cotto

Sapa, Mosto e Vino cotto

Presso gli antichi Romani venivano prodotti e variamente consumati diversi tipi di mosti o vini cotti, fra quelli più frequentemente menzionati nelle fonti scritte si devono ricordare il caroenum, il defrutum e...

Insalata di Lusia IGP

Insalata di Lusia IGP

L'Insalata di Lusia IGP presenta un fusto molto carnoso e corto, di lunghezza variabile. La varietà Cappuccia ha un gusto fresco e croccante, con foglie tendenti al verde brillante di forma ondulata e compatta...

Lampascioni bulbi di passione

Lampascioni bulbi di passione

Scava, scava che qualcosa viene fuori. Questo avrà pensato il primo raccoglitore di bulbi che ritrovò quasi a 40/50 cm sotto terra un cipollotto di forma tondeggiante e di colore rosso che Oribasio,...

Vita di Smierd (Medioevo Russo) - Aldo C. Marturano

Vita di Smierd (Medioevo Russo) - Aldo C. Marturano

Questo volume scritto da Aldo C. Marturano è il tentativo di descrivere la vita di tutto un anno di un contadino del medioevo russo, dall'arrivo degli slavi nell'Europa del nordest intorno al VII sec. d.C. fino alla...

UDITO e convivio

UDITO e convivio

Cosa hanno in comune un coro di tifosi, la suoneria del cellulare, il vento che gonfia le vele, un brano di Mozart? Sono suoni o rumori, possono essere piacevoli o fastidiosi, ma vengono percepiti da un unico organo:...

Zampina o Zampino?

Zampina o Zampino?

Tutt’e due. Si tratta di due diversi tipi di salsiccia fresca preparati tradizionalmente in due paesi della Murgia barese distanti fra loro solo 13 km: Gioia del Colle e Sammichele di Bari. La più nota è...

Pasqua e tradizioni venete

Pasqua e tradizioni venete

n tutta la Settimana Santa, dai riti più solenni alle cose più minute, vi è sempre stata una corrispondenza felice tra il fresco mattutino vigore della primavera e la vittoria liturgica della vita...

Emilia Romagna regno della pasta ripiena

Emilia Romagna regno della pasta ripiena

L’Emilia Romagna è il regno della pasta all’uovo fatta con la farina di grano tenero, la terra dove la preparazione della sfoglia mantiene quasi il carattere di un rito, officiato dalle “sfogline”. Qui le uova...

Capicollo azze anca grecanico

Capicollo azze anca grecanico

Assaggiare il capicollo grecanico significa fare un itinerario a ritroso nel tempo. La sua area di produzione è ubicata in provincia di Reggio Calabria conosciuta con il nome di Bovesìa, o area...

Alaccia salata di Lampedusa

Alaccia salata di Lampedusa

L’alaccia (Sardinella aurita) appartiene alla famiglia delle Clupeidae, come le aringhe, le sardine, le alose: assomiglia molto alla comune sardina ma è più tozza e più grande, può arrivare...

Principali tipologie di Tè

Principali tipologie di Tè

La lavorazione del tè nero può essere suddivisa in quattro fasi: appassimento, arrotolamento, fermentazione e essiccazione. Le foglie vengono messe ad appassire e poi, quando sono ancora morbide,...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Baci di Dama - Tacuinum de' dolci

Tritare le mandorle e le nocciole con metà dello zucchero rendendo il composto omogeneo, quindi aggiungere lo zucchero lavorato con il burro a pezzetti, infine la farina e la fecola. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Su una teglia adagiare la carta da forno e con l’aiuto di...

Crostini al tartufo nero umbro

Crostini al tartufo nero umbro

Ingredienti: fette di pane - tartufi - olio d’oliva – aglio – sale – pepe - succo di limone. Preparazione: fare i tartufi a fettine, pestarli assieme a uno spicchio d’aglio, condirli con olio d’oliva, sale, pepe,...

Piatti certificati Ristorante Il Belvedere - Monte S.Savino (AR)

Piatti certificati Ristorante Il Belvedere - Monte S.Savino (AR)

Portate l'acqua della pasta a bollore. Snocciolate nel frattempo le olive verdi. Sistematele poi nella vaschetta del mixer. Aggiungeteci le foglie di basilico, il prezzemolo, lo spicchio d'aglio. Unite il parmigiano e...

Tagliatelle alla moda di Lucrezia Borgia

Tagliatelle alla moda di Lucrezia Borgia

Preparare delle tagliatelle con uova e farina. Fare un trito di cipolla, sedano, carota e rosolare bene Aggiungervi pancetta, manzo e maiale macinati, da sfumare con vino bianco. Una volta evaporato, sfumare ancora...

Bulgur alle verdure

Bulgur alle verdure

Sciacquare il bulgur e lasciarlo scolare. Lavare e tagliare i peperoni a listarelle. Fare un trito di cipolla, carota ed aglio. Mettere in un tegame l’olio, il trito e i peperoni e far cuocere a bassa fiamma per 10...

Piatti certificati Ristorante Da Riccardo - Carrè (VI)

Piatti certificati Ristorante Da Riccardo - Carrè (VI)

Soffriggere la cipolla tritata con olio e burro aggiungere la zucca gialla tagliata a piccoli pezzi con un pizzico di sale lasciandola ammordire. Versare il riso e lasciarlo insaporire mescolando in continuazione con...

Ciammotte in umido dei Monti Lepini

Ciammotte in umido dei Monti Lepini

Dopo aver fatto spurgare le lumache, lavarle con acqua corrente, cospargerle con due manciate di sale e un paio di bicchieri di aceto e mescolarle. Dopo alcuni minuti, quando hanno tirato fuori tutta la bava, lavarle...

Miele fritto di TIN (Giove)

Miele fritto di TIN (Giove)

Sbattere in un recipiente latte cagliato, miele e sale, aggiungendo un po’ di farina di grano fino ad ottenere una specie di impasto. Farne piccole porzioni e friggerle nello strutto. Quando le frittelle saranno ben...

Panpepato (panforte)

Panpepato (panforte)

Sciogliere in un pentolino acqua e zucchero, da ottenere uno sciroppo denso. Togliere dal fuoco ed aggiungere farina, canditi tritati finemente, mandorle dolci non pelate, semi di coriandolo, chiodi di garofano...

Gallinaccio a lo forno

Gallinaccio a lo forno

Dal Trattato di cucina teorico pratica, di Ippolito Cavalcanti, dal Pranzo de ‘ll unnece de Novembre. Piglia ‘no bello galiinaccio, acciso, spennato, sbentrato, e lavato, lo nguosce, lo sudugne de nzogna, e l’accounce...

Focaccia brindisina ripiena di cipolla fresca

Focaccia brindisina ripiena di cipolla fresca

Impastare sulla spianatoia la farina con l’acqua tiepida in cui si sia sciolto il lievito, quindi aggiungere l’olio, lo zucchero e il sale; lavorare energicamente e formare un panetto. Posarlo in una coppa a bordi...

Canestrelli

Canestrelli

Ponete in una ciotola la farina e lo zucchero a velo ben setacciati, unite il burro a cubetti ammorbidito e la scorza grattugiata del limone e l'acqua di fiori d'arancio. Aggiungete in ultimo i tuorli che avrete...

Gran bollito misto alla moda di Alboino

Gran bollito misto alla moda di Alboino

Ingredienti: spalla di manzo, gallina, punta di petto/testina/lingua di vitello, parti meno nobili del maiale tritate, precotte e stagionate (cotechino), cipolle, carote, gambi si sedano, sale grosso. Preparazione:...

Capriolo sulla pioda

Capriolo sulla pioda

Un tempo non esistevano fornelli e gas, un tempo c’era il camino e la brace. In Piemonte usavano cucinare sul camino con le pignatte di rame e sulla brace con la griglia e con la “Pioda”, la pioda è una pietra...

Sciroppo di orzata

Sciroppo di orzata

Si riducono in pasta fine le mandorle, pestandole in un mortaio aggiungendo loro 125g acqua fredda e 750g di zucchero. Stemperare la pasta così ottenuta con un litro e mezzo d' acqua fredda e filtrare...

Budino di uva sultanina e datteri

Budino di uva sultanina e datteri

Vi vuole latte di mandorle, uva sultanina, datteri tagliati, pane sbriciolato, cannella, zucchero. Pepe nero, chiodi di garofano, noce moscata, zafferano, zenzero in polvere e sale. In un tegame unire il latte di...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...