NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Storia e proprietà fagiolo cannellino di Atina DOP

Le prime notizie che si hanno sulla coltivazione del fagiolo cannellino nel comprensorio di Atina risalgono al 1811, il De Marco, nei suoi scritti, definisce “fagiolo di ottima qualità” il Cannellino di Atina. La produzione locale superava largamente l’attuale produzione provinciale arrivando a...

Storia e proprietà tonno di Ponza

Storia e proprietà tonno di Ponza

La tagliata di tonno è un piatto che negli ultimi tempi spopola nell’isola di Ponza, in provincia di Latina, dove questo pesce si pesca abbondantemente da aprile ad agosto. Spopola in parecchi ristoranti. Sembra...

Risicoltura biologica prospettive future

Risicoltura biologica prospettive future

Dodici rappresentanti religiosi di dodici religioni differenti hanno dichiarato il riso “sacro”. Un induista ha definito il riso “responsabilità e condivisione”. Per i mediterranei il cibo è più identificato con il...

Storia lenticchia di Ustica

Storia lenticchia di Ustica

Nella piccola isola siciliana crescono le lenticchie più piccole d’Italia, coltivate sui terreni lavici e fertili con tecnica completamente manuale. Si seminano a gennaio e si raccolgono nella prima metà di giugno....

Latte nobile dell'Appennino campano

Latte nobile dell'Appennino campano

La ricchezza di fiori ed essenze dei pascoli dell'Appennino beneventano e avellinese è straordinaria. Il latte delle vacche che si nutrono delle erbe e dei fieni di quei pascoli è ricco di aromi, di...

Le portate del banchetto Romano

Le portate del banchetto Romano

Per gli antichi Romani la cena banchetto, che si protraeva fino a tarda notte, era il pasto più importante della giornata. Ad esso erano invitati tutti e cinque i sensi: oltre a vedere, toccare e gustare si parlava e...

Differenze tra social eating e home restaurant

Differenze tra social eating e home restaurant

La passione per il cibo, il piacere di cucinare e organizzare serate da condividere con amici o estranei ha portato, oltre al social eating, alla nascita di un altro fenomeno: l’home restaurant. Qual è sostanzialmente...

Liquore l’alcolica bevanda

Liquore l’alcolica bevanda

L'alcol di vino per distillazione venne probabilmente scoperto intorno al XII sec. dalla Scuola Medica Salernitana, poiché essa riteneva il vino un'utile medicina e che dalla sua distillazione se ne potesse...

Gioacchino Rossini grandissimo gourmet

Gioacchino Rossini grandissimo gourmet

È stato sia uno dei più importanti creatori del bel canto italiano (oltre trenta opere), sia un devoto appassionato di cucina. "Non conosco un’occupazione migliore del mangiare, cioè, del...

Panigacci della Lunigiana

Panigacci della Lunigiana

La Lunigiana, terra di confine tra Toscana e Liguria, ha saputo valorizzare ogni sapore, autoctono o importato, creando una propria tradizione gastronomica. Nei panigacci si possono trovare analogie con focacce e pane...

Storia e proprietà dei ceci

Storia e proprietà dei ceci

I ceci grazie al loro alto potere nutritivo sono stati fra i primi alimenti consumati dall'uomo, ed anche oggi rappresentano per importanza la terza leguminosa da granella, dopo soia e fagiolo. Pianta originaria...

Gastrosofia veloce sì, buono forse

Gastrosofia veloce sì, buono forse

Buono e veloce è un binomio – in linea di massima – plausibile, tenendo presente che disponendo di tempo e flemma il risultato finale del nostro ensemble culinario sarà migliore e più soddisfacente. Se da un lato è...

Lentisco l'olio dei poveri

Lentisco l'olio dei poveri

Questo arbusto caratteristico della macchia mediterranea, appartenente allo stesso genere del pistacchio, ha una particolarità: secerne una resina, più o meno aromatica a seconda delle varietà....

Gulasch simbolo di Ungheria

Gulasch simbolo di Ungheria

Fu alla fine del '700 che nacque l'«invenzione della tradizione gastronomica» del Gulasch, piatto simbolo del popolo d'Ungheria. Questo cibo, il cui termine deriva dall'ungherese "gulyas"...

Cibo di strada Veneto e Friuli Venezia Giulia

Cibo di strada Veneto e Friuli Venezia Giulia

Prima di parlare dei cicheti veneziani ci vorrebbe un minuto di silenzio. Anzi più di un minuto, dieci minuti, così viene anche un poco d'appetito. I cicheti compongono una costellazione di leccornie da...

Dolci tradizionali Marche

Dolci tradizionali Marche

La dolciaria marchigiana presenta due elementi distintivi: l’anice e i fichi. L’anice, raccolta sui Monti Sibillini, viene utilizzata soprattutto per la preparazione dei celebri liquori che danno l’aroma a vari dolci...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Gran Fritto con verdurine croccanti

Lavare e tagliare tutte le verdure a bastoncino dello spessore di 3 mm. circa Mentre la cipolla va tagliata ad anelli sempre dello stesso spessore poi salarle e metterle in un colino con vaschetta sotto per raccogliere l'acqua che lasceranno andare. Lasciarle riposare almeno due ore prima di...

Beccute dolci di Giacomo Leopardi

Beccute dolci di Giacomo Leopardi

Ingredienti: farina gialla – pinoli – uva sultanina – zucchero –olio d’oliva – sale – pepe. Preparazione: versate sulla spianatoia della farina gialla e mescolatela con pinoli, uva sultanina ammorbidita in acqua...

Carré di cinghiale al vino rosso

Carré di cinghiale al vino rosso

In un recipiente (non di metallo) preparate la marinata con gli odori e le verdure tagliati grossolanamente, il vino e l'aceto; immergetevi il carré ben lardellato. Coprite con un canovaccio e lasciate marinare...

Pappardelle alla lepre

Pappardelle alla lepre

Ingredienti: 400gr Pasta tipo pappardelle, 500gr Lepre disossata, 1/2 Cipolla, 1 Costa sedano, 1 Carota, 1 Spicchio aglio, 1kg Pomodori pelati, 50cl Vino rosso Chianti, Olio d'oliva, Sale, Pepe, Formaggio pecorino...

Crema di zucchine yogurt e cioccolato amaro

Crema di zucchine yogurt e cioccolato amaro

Tagliare la cipolla e soffriggerla nell’olio. Aggiungere la patata sbucciata e tagliata a cubetti e dopo 10 minuti aggiungere le zucchine tagliate a dadi, salare. Lasciar cuocere bene il tutto, mescolando spesso....

Piatti certificati Vecchia Trattoria da Tonino - Campobasso

Piatti certificati Vecchia Trattoria da Tonino - Campobasso

Mondare le coste dei carciofi privandole dei filamenti, spezzettarle, lavarle e cuocerle nel brodo. Amalgamare contemporaneamente la carne, l'uovo, la mollica, il formaggio, l'aglio e il prezzemolo tritati finemente,...

Ciambella dei re Magi

Ciambella dei re Magi

Sciogliere il lievito nel latte e aggiungere la farina. Mescolare bene il composto. Lasciarlo riposare per un paio d’ore. Una volta raddoppiato il volume, aggiungere la restante farina, le uova intere, lo zucchero, il...

Piatti certificati Ristorante Magnolia Hotel Byron -  Forte dei Marmi (LU)

Piatti certificati Ristorante Magnolia Hotel Byron - Forte dei Marmi (LU)

Con la farina e l'acqua preparare una pasta ben liscia. Per la farcia frullare 300 g di seppie e aggiungere il mascarpone, aggiustare di sapore con sale e pepe e mettere in un sac-a-poche. Stendere la pasta e fare gli...

Minestrone delle virtù

Minestrone delle virtù

Piatto abruzzese, questo minestrone si ricollega a riti propiziatori e pagani. Le «virtù» a cui si riferisce il nome sono quelle richieste tradizionalmente alla donna di casa. Secondo la ricetta...

Mele alla crema per la duchessa

Mele alla crema per la duchessa

Prendete delle mele, tagliatele in orizzontale nella parta alta e togliete il torsolo. Mettetele in una pirofila, farcitele con uva sultanina, frutta secca tritate e scorze candite di arancio, ammollati...

Piatti certificati Ristorante Le Fontane - Cagli (PU)

Piatti certificati Ristorante Le Fontane - Cagli (PU)

Far soffriggere in poco di olio extra vergine di oliva la salsa di pomodoro, aggiungere il sale e il pepe,il prezzemolo e i fagioli,far cuocere per circa 15 minuti mescolando di tantio in tanto;nel frattempo, cuocere...

Tartufi di grasso di Vincenzo Corrado

Tartufi di grasso di Vincenzo Corrado

Con Vincenzo Corrado, cuoco della Napoli di fine settecento, siamo a una vera e propria svolta per quanto riguarda l’utilizzo del tartufo nell'alta cucina italiana, in perfetta sintonia con quella di altre cucine...

Bouza tunisina al sorgo

Bouza tunisina al sorgo

Cuocere i ceci e le rape in acqua salata. A parte, preparare un trito con aglio, olio, lardo, cipolla, sedano e carota. Fare imbiondire il trito in un tegame con olio d’oliva e condire la zuppa di ceci. Porre i...

Brodo di cappone con agnolotti e scaglie di tartufo

Brodo di cappone con agnolotti e scaglie di tartufo

Fare a pezzi il cappone e metterlo a bollire in tre litri d’acqua per circa due ore a fuoco moderato, aggiungere le carote, il sedano e le cipolle a pezzi. Salare e pepare. Spolpare la carne dalle ossa e batterla al...

Cioccolata al gelsomino

Cioccolata al gelsomino

Ingredienti: g. 450 latte fresco - g. 50 panna - g. 10 tè al gelsomino - g. 90 copertura al latte - g. 10 pasta di cacao. Preparazione: Scaldare il latte con la panna e mettere in infusione il tè per tre...

Piatti certificati Vecchia Lugana Ristorante - Sirmione (BS)

Piatti certificati Vecchia Lugana Ristorante - Sirmione (BS)

Tritare il prezzemolo. Foderare l'interno di una terrina con un foglio di carta film trasparente lasciandolo debordare da ogni lato. Alternare strati di gelatina, di anguille, di prezzemolo, di fonduta di cipolla,...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...