NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Storia e proprietà del geranio in cucina

Parlando di geranio, si pensa subito ai fiori che decorano tanti balconi, e l'idea di inserirli in cucina risulta davvero peregrina. Ma di tutt'altra pianta si tratta: il geranio odoroso, infatti, ha foglie profumate utilizzate anche per l'estrazione di un olio essenziale, e fiori poco...

Pani tradizionali Emilia Romagna

Pani tradizionali Emilia Romagna

In Emilia Romagna si trova una grande creatività nella modellatura degli impasti, così duri da essere un tempo lavorati con i piedi. Una ricchezza che non stupisce nel più fertile granaio del nord...

Storia panino con mozzarella & C.

Storia panino con mozzarella & C.

La mozzarella il cui nome deriverebbe da “mozza”, l'operazione di taglio fatta con le dita indice e pollice della mano per dare la forma al prodotto, nei documenti più antichi veniva identificata anche con la parola...

Bismarck e la sua preparazione

Bismarck e la sua preparazione

Bismarck, il Cancelliere di ferro, dominatore della vita politica europea per quasi trent'anni fino al 1890, era così convinto che la civiltà tedesca fosse di gran lunga superiore alle altre, da considerare come suo...

Storia e proprietà pompelmo

Storia e proprietà pompelmo

Frutto molto grosso di forma globosa, offerto da un albero sempreverde della famiglia delle Rutacee. La buccia, di consistenza simile a quella dell’arancia, è di colore che va dal giallo chiaro al giallo rosato....

Pecorino della montagna pistoiese

Pecorino della montagna pistoiese

La massese è una razza ovina autoctona toscana: vello grigio piombo, pelo nero lucido, corna scure a spirale, occhi accesi sporgenti. S’incontra soprattutto nei pascoli del nord della regione. La pecora...

Mais e valori nutritivi

Mais e valori nutritivi

Alla fine del ‘700 la coltura si diffonde per tutta Europa ma il mais continua ad essere considerato sopratutto una “biada”, cibo per gli animali o impiegato in mistura con prodotti più nobili...

Glossario Gastronomico  BU/CA

Glossario Gastronomico BU/CA

budino - È una parola intorno alla quale esiste una cerca confusione. Nell’uso corretto, seguito anche dall’Artusi, budino dovrebbe essere il nome di una serie di preparazioni dolci; spesso invece, nei libri di...

Cibi tradizionali di tutti i santi

Cibi tradizionali di tutti i santi

‘Tutti i Santi’ viene celebrata con particolare enfasi in diverse parti d'Europa di tradizione cattolica, ponendo l’accento piuttosto sull’aspetto gastronomico che mistico. In Galizia e nel Cantabrico è questo...

Industria del formaggio

Industria del formaggio

Un’importantissima evoluzione nella preparazione del formaggio si verificò nell’800 in concomitanza della rivoluzione industriale. La costruzione di ferrovie e la facilità dei trasporti, in una spirale...

Riso in Sardegna

Riso in Sardegna

Nella cucina mondiale il riso viene servito semplicemente bollito. In tutte le cucine mediterranee, dalla Grecia alla Turchia, dall’Egitto alla Libia, accompagna numerose pietanze di carne, pesce e verdure. In Marocco...

Stappare vino fermo

Stappare vino fermo

Si pone la bottiglia sul tavolo in modo che la maggior parte dei commensali possa vedere l’etichetta. Per prima cosa si taglia la capsula nella parte inferiore dell’anello utilizzando il coltellino del cavatappi, la...

Suino cinta senese DOP

Suino cinta senese DOP

Le testimonianze storiche dell’allevamento e della trasformazione delle carni della D.O.P. “Cinta Senese” affondano nel passato. Nel Palazzo Civico di Siena è famoso l’affresco del 1340 di Ambrogio Lorenzetti...

Storia delle caramelle

Storia delle caramelle

La parola “caramella è uno squisito dono che il Piemonte ha fatto alla lingua italiana, se avesse prevalso il toscano, oggi diremmo “pasticca” (da pasticceria). Il termine caramella ha origine dal portoghese...

Storia del bustrengo

Storia del bustrengo

Il suo nome dialettale “Bustreng” pare sia d’origine barbarica, ma è difficile identificare la giusta provenienza di questo squisito dolce povero, la cui paternità è contesa tra la bassa Romagna e...

Radicchio Variegato di Castelfranco IGP

Radicchio Variegato di Castelfranco IGP

Il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP presenta un cespo di forma “a rosa” del diametro minimo di 15 cm e di peso non inferiore a 100 grammi. Di color bianco-crema, le foglie presentano variegature distribuite in...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Vincisgrassi marchigiani

I “vincisgrassi”, descritti come “princisgras” per la prima volta da Antonio Nebbia nel “Il Cuoco Maceratese” (1783), secondo una leggenda marchigiana dovrebbero il loro nome al principe Windisch-Graetz che li “sublimò” nel 1799 quando arrivò a capo dell’esercito austriaco per strappare Ancona...

Màsorin coi fighi  (Filetti d’anatra selvatica con i fichi)

Màsorin coi fighi (Filetti d’anatra selvatica con i fichi)

Una volta eviscerata l’anatra la lavo accuratamente con l’aceto. Metto il sale e il pepe internamente. Pulisco il fegato e lo inserisco di nuovo dentro l’anatra. In una teglia scaldo due cucchiai d’olio extravergine e...

Risotto ai petali di rosa e champagne

Risotto ai petali di rosa e champagne

Tritare finemente gli scalogni e appassire con poco olio. Unire il riso e tostare per un paio di minuti, fino a rendere i chicchi dorati. Sfumare con mezzo bicchiere di champagne, mescolare e lasciare evaporare....

Trippa di vitello - Tacuinum Barocco

Trippa di vitello - Tacuinum Barocco

Sbollentate la trippa, ben pulita e lavata, fino a raggiungere metà cottura. Scolatela, raffreddatela e tagliatela a pezzetti. Continuate la cottura della trippa in brodo di manzo, aggiungendo la polpa di...

Sardine vari modi di cucinarle

Sardine vari modi di cucinarle

Molti sono i cuochi che hanno apprezzato la bontà di questo pesce e si sono sbizzarriti nell’inventare ricette e a tramandarcele, eccone alcuni esempi: Apicio, MAstro Martino da Como, Franz de Rontzier, Pellegrino...

Filetto alla Wellington

Filetto alla Wellington

Ingredienti: 1 filetto di manzo di circa 1,2 Kg - 600 g di pasta sfoglia - 200 g di farcia Duxelles (purea di funghi molto ristretta) - 200 g di fegato di oca tartufato - fettine di lardo fresco q.b. - rosso d'uovo -...

Preboggion (prebuggiun)

Preboggion (prebuggiun)

Lavare bene e tagliare a pezzi del cavolo nero e un mazzo di preboggion, composto di bietole, cavolo cappuccio, borragine, bardana, dente di leone, pimpinella e prezzemolo. Mettere il tutto a scottare in acqua...

Pesce - Vellutata di pinoli agli scampi

Pesce - Vellutata di pinoli agli scampi

Ingredienti: Pinoli sgusciati - tazza di latte intero fresco - scampi freschissimi - spicchio d'aglio - olio extra vergine di oliva - erba cipollina - sale. Preparazione: Cuocere brevemente a vapore gli scampi e...

Zuppa di pollo medievale

Zuppa di pollo medievale

Maneggiare il burro con la farina e rosolarlo in una pentola. Unire circa due litri d’acqua lentamente per evitare grumi e aggiungere il pollo, con il sedano e la carota a pezzi, la cipolla picchettata con i chiodi di...

Arrosto di maiale al latte alla Monteverdi

Arrosto di maiale al latte alla Monteverdi

Ingredienti: Petto di maiale – vino bianco – odori – strutto – noce moscato – latte – sale –pepe. Preparazione: Legate con un filo da cucina della carne di maiale affinché mantenga la forma, mettetela a...

Ciole di cavallo

Ciole di cavallo

La signora Chiara, barese verace abitante nel borgo antico, mi ha spiegato la lunga preparazione che consiste, innanzitutto, nel farsi dare dal macellaio di fiducia la parte terminale dell’intestino, il colon retto...

Lepre ripiena (leporem farsum) di Apicio

Lepre ripiena (leporem farsum) di Apicio

“Per il ripieno: pinoli interi, mandorle, noci, pepe in grani e carne di lepre. Metti in forno la lepre coperta con cotenna di maiale…” Preparazione: lavare ed asciugare una lepre. Fare un trito per il ripieno della...

Tentazione di salmone da Afrodita

Tentazione di salmone da Afrodita

Tratta da "Afrodita" di Isabel Allende- Preparazione: Pulite il salmone togliendo la pelle e tutte le eventuali lische, quindi tagliatelo a piccoli pezzetti. Frullate tutti gli ingredienti fino ad ottenere...

Sfiziosità - Sedano e gorgonzola

Sfiziosità - Sedano e gorgonzola

Ingredienti: 1 cespo di sedano - 250 g. di gorgonzola dolce - 2 cucchiai di gherigli di noce tritati - 2 cucchiaini di peperoncino rosso in polvere. Preparazione: Mondare le coste di sedano, privandole dei filamenti...

Muffin il dolcetto di Via col Vento

Muffin il dolcetto di Via col Vento

Georgia, alla vigilia della guerra civile americana, la bella Rossella O’hara, ricca e viziata ragazza del sud, rimane sconvolta alla notizia che l’uomo che ama, sposerà la cugina. Il film entrato nella memoria...

Merca sarda

Merca sarda

Conserva tipica di San Teodoro a Cabras e degli stagni di Oristano. Prendere dei cefali, sviscerarli, lavarli e tagliarli in tranci. Lessarli in acqua e sale (la cui concentrazione aumenta in rapporto al tempo di...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...