NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Storia e proprietà mortadella di Prato IGP

Questa mortadella Toscana nacque dall’esigenza di usare al meglio i tagli suini di seconda scelta e le carni scartate nella preparazione dei salumi. Secondo tradizione fu agli inizi del ‘900, che a Prato e in alcune zone della provincia di Pistoia, si iniziò a insaccare queste carni, a conciarle...

Sapore piccante e analisi sensoriale

Sapore piccante e analisi sensoriale

All'interno di un sistema di pensiero che assegnava ai sapori un ruolo quasi di 'spia' della natura dei cibi, il piccante assunse nel Medioevo uno statuto di particolare prestigio. Da un lato ciò accadde per motivi...

Storia e proprietà del mirto

Storia e proprietà del mirto

Il mirto (o mortella) era una delle piante simboliche più importanti dell’antica Roma, e secondo Tito Livio l’Urbe era nata nel punto dove era spuntato l’arbusto. Due le varietà di mirto: il rosso quello più diffuso è...

I Malavoglia a tavola - Ivana Tanga

I Malavoglia a tavola - Ivana Tanga

Il libro realizzato da Ivana Tanga, che collabora all’Area tematiche letterarie di taccuinistorici.it, è una rilettura dell’opera di Giovanni Verga attraverso la cucina dei suoi protagonisti: i contadini...

Gastrosofia convivio e gusto della vita

Gastrosofia convivio e gusto della vita

L'etimologia è evidente: 'convivio' da 'cum vivere', vivere insieme. Nel modo più semplice e immediato la parola propone un'identità fra l'atto del mangiare e quello del vivere. E, veramente, poiché il cibo è la...

Storia torte con le erbe

Storia torte con le erbe

Questa è la tipica focaccia “pizzata” dell’estremo Ponente ligure. Sfornata a Dolceacqua sostituisce il pomodoro con le erbe verdi. È una delle tante varianti delle molte torte di erbe che in Liguria...

Storia della pasta alimentare ripiena

Storia della pasta alimentare ripiena

Tra le innovazioni gastronomiche del Medioevo un posto particolare spetta a torte, tortelli, pasticci o pastelli, manufatti alimentari tanto semplici quanto geniali, dal duplice scopo di contenere e cuocere un...

Asparago Verde di Altedo Igp

Asparago Verde di Altedo Igp

L’Asparago Verde di Altedo IGP presenta turioni di forma allungata, verdi, teneri, non fibrosi con l’apice serrato. La polpa è compatta ed il sapore delicato. Le categorie commercializzate devono presentare...

Storia formaggi a pasta filata in Sardegna

Storia formaggi a pasta filata in Sardegna

monaci medievali, con sede in Sardegna, nella prima settimana di Quaresima, potevano mangiare solo uova, pesci, latte e formaggio e questi sette giorni venivano chiamati “thirina”. All’epoca in Sardegna si...

Frégula istuvada de Neoneli

Frégula istuvada de Neoneli

Sul finire degli anni ’70 del secolo scorso si pensava che la pasta, diffusissima in tutta la Sardegna e chiamata principalmente: Succu al nord e Fregula al sud dell’isola, fosse simile al cous cous, e probabilmente...

Limone di Siracusa IGP

Limone di Siracusa IGP

Il limone, che divenne una delle principali fonti di sostentamento del territorio, portò, nel 1891, al raggiungimento di una produzione che ammontava a circa 11.600 tonnellate di prodotto. Visto il successo...

Michelangelo e il suo scarso appetito

Michelangelo e il suo scarso appetito

Vasari ne "Le Vite" così scrive: "Michelagnolo ragionando col Vasari una volta per ischerzo disse: “Giorgio, sì ho nulla di buono nell'ingegno, egli è venuto dal nascere nella sottilità dell'aria del vostro paese...

Amaretti morbidi o croccanti

Amaretti morbidi o croccanti

Biscotto di forma semisferica schiacciata, a base di mandorle pestate, albumi, zucchero e talvolta con l’aggiunta di aromi o cacao. Prodotto in tre versioni: a pasta secca, a pasta morbida, e cosparso con zucchero a...

Impero Romano dieta mediterranea e continentale

Impero Romano dieta mediterranea e continentale

Secondo un consolidato assioma, la differenza fondamentale tra cucina continentale e cucina mediterranea d’epoca Romana consisterebbe nella maggiore presenza di materie prime d’origine vegetale nella seconda e nel...

Storia e proprietà rucola

Storia e proprietà rucola

La rucola o ruchetta, nome latino “eruca sativa”, era molto cara agli antichi sopratutto per le sue proprietà curative. I Romani, che ne consumavano anche i semi, le attribuivano qualità magiche e la utilizzavano nei...

storia cucina nigeriana

storia cucina nigeriana

La cucina nigeriana è molto piccante. I piatti principali sono a base di zuppe speziate, carne e patate. La specialità locale è il ragù di arachidi o all'olio di palma, con pollo o carne e peperoncino, servito con il...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Ravioli di pollo al burro e salvia

Prendi una ciotola e mescola dentro tre uova, un pizzico di sale e uno o due cucchiai d'acqua con la farina e lavora gli ingredienti sino ad ottenere una pasta morbida. Quindi forma una palla, coprila con uno strofinaccio pulito ma umido e lasciala riposare a temperatura ambiente per 30 minuti...

Potages di patate alla francese Luigi XVI

Potages di patate alla francese Luigi XVI

In una casseruola portare ad ebollizione il brodo, unire le patate tagliate a tocchetti e, quando saranno cotte, passarle allo schiacciapatate. Versare la purea nella pentola, incorporaci i tuorli d'uovo, salare,...

Piatti certificati Trattoria La Tavernetta - Finale Ligure (SV)

Piatti certificati Trattoria La Tavernetta - Finale Ligure (SV)

In una grossa padella antiaderente, mettere i gamberetti, il vino e il succo di limone. Portare a ebollizione. Abbassare il fuoco e cuocere coperto per 3 minuti. Aggiungere gli altri ingredienti tranne le linguine....

Jota balcanica (stufato di carne, fagioli e cavolo)

Jota balcanica (stufato di carne, fagioli e cavolo)

In tegame lessare dei fagioli cannellini. In una pentola d’acqua bollente lessare delle patate sbucciate. In una casseruola piena d’acqua far lessare del cavolo tagliuzzato e un pezzo di prosciutto affumicato con...

Crema di Katharina Schratt

Crema di Katharina Schratt

Scegliete un pollastro bene in carne e lessatelo in un litro e mezzo d'acqua con cipolla, sedano, carota, porro, prezzemolo, chiodi di garofano, timo, maggiorana e sale. Levatelo dal fuoco e disossatelo, tenendo da...

Tarallini - Cacchitièddi

Tarallini - Cacchitièddi

Riscaldare il vino e sciogliere dentro il sale, quindi toglierlo dal fuoco. Fare scaldare l’olio, gettare dentro la buccia di limone e, appena si sente “sfrigolare”, spegnere la fiamma. Dopo aver messo la farina a...

Artoklasia o pane della Madonna

Artoklasia o pane della Madonna

La sera precedente si impasta il lievito naturale con le foglie del basilico benedetto. Una volta cresciuto, si mescola con l’impasto di acqua e farina. Dopo una lunga manipolazione, si aggiungono il sale, lo...

Torcinelli con patate e lampascioni

Torcinelli con patate e lampascioni

Pelate, lavate e tagliate a pezzi le patate; pulite, lavate e fate un taglio a croce sui lampascioni. Tritate l’aglio e il prezzemolo, lavate e tagliate a metà i pomodorini. In una teglia da forno mettete le...

Chisciol

Chisciol

Il chisciöl deve essere cucinato in una padella rigorosamente di ferro. Preparare la pastella, mescolando 2 parti di farina di grano saraceno e 1 parte di farina bianca con un po’ di vino, acqua e sale q.b. fino ad...

Cacik ottomano

Cacik ottomano

Il cacik fa parte dei "meze", gli antipasti turchi. Il cacik (si pronuncia giagik) basa tutta la sua bontà nel sapore nello yogurt che è preferibile utilizzare molto diluito. Ingredienti: 2 cetrioli, 300 g yogurt...

Piatti certificati La Muciara Nello El Greco - Porticello (Santa Flavia PA)

Piatti certificati La Muciara Nello El Greco - Porticello (Santa Flavia PA)

Praticare nelle fette di tonno delle piccole cavità in cui sistemare il caciocavallo grattugiato insieme ad un trito d’aglio e menta. Infarinare leggermente il pesce e farlo soffriggere in olio a fuoco allegro....

Piatti certificati Ristorante Enoteca Il Goccino - Lucignano (AR)

Piatti certificati Ristorante Enoteca Il Goccino - Lucignano (AR)

Riempite una pentola capiente con 2 litri d’acqua, aggiungete la carota, il sedano, la salvia, l’alloro, i chiodi di garofano, 1 cucchiaio di sale grosso e portate a ebollizione. Lavate la coscia d’anatra, privatela...

Dadolata di pesce spada alla Magellano

Dadolata di pesce spada alla Magellano

Ricavare una dadolata grossolana da alcuni tranci di pesce spada. In una casseruola di terracotta far appassire aglio e cipolla triti con olio d’oliva extravergine. Unire qualche filetto d’acciuga tagliuzzato, e...

Dolcetti San Valentino

Dolcetti San Valentino

Mettere in un pentolino su fuoco dolcissimo burro e miele, e farli amalgamare mescolando continuamente. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare un po' il liquido. Intanto mescolare farina, lievito, zenzero e...

Sfiziosità - Sedano e gorgonzola

Sfiziosità - Sedano e gorgonzola

Ingredienti: 1 cespo di sedano - 250 g. di gorgonzola dolce - 2 cucchiai di gherigli di noce tritati - 2 cucchiaini di peperoncino rosso in polvere. Preparazione: Mondare le coste di sedano, privandole dei filamenti...

Riso all'indiana - Pulao

Riso all'indiana - Pulao

INGREDIENTI: 2 tazze di riso, 2 cipolle, 220 g olio vegetale, 2 spicchi d'aglio tritati, 2 stecche di cannella, 12 cardamoni neri, ½ cucchiaino di grani interi di pimento, ½ cucchiaino di zafferano (sciolto in ¼ di...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...