NOTIZIE


 NOTIZIA DEL GIORNO

Zucca e brustolini

Grande o piccola, oblunga o rotonda, liscia o rugosa, costoluta o bitorzoluta, verde, aranciata, gialla o striata, la zucca originaria dell’india e denominata dai botanici Lagenaria vulgaris, accompagna la nostra storia alimentare fin dall’antichità. Affetta da manie di grandezza si...

Nocciola Romana DOP

Nocciola Romana DOP

La coltivazione della pianta di nocciolo nel Lazio ha origini antiche. La presenza sul territorio della varietà Tonda Gentile risalirebbe già ad epoca pre-romana, mentre la sua coltivazione è...

Conserve Marchigiane

Conserve Marchigiane

La cultura contadina è ben radicata in questa regione collinare ricca di vigneti, oliveti e colture varie. La gastronomia locale ha il profumo dell’aglio, del finocchietto, delle scorze d’arancio o di limone. Con le...

San Matteo l'equinozio e il fico

San Matteo l'equinozio e il fico

I fichi sono il frutto di una pianta originaria del Medio Oriente, il Ficus carica, appartenente alla famiglia delle Moraceae. La sua coltivazione si è sviluppata in tutto il mondo e nel bacino mediterraneo...

Origini della cucina piemontese

Origini della cucina piemontese

E’ nel XVIII secolo che dobbiamo ricercare le origini della cucina chiamata oggi piemontese. E’ in quel secolo, proprio quando si stava mettendo in discussione i secolare domini delle corti, e cioè quando la...

Sangria dell'amicizia

Sangria dell'amicizia

La Sangria è una bevanda tipica della Spagna, nata nelle campagne dove gli agricoltori pensarono di sviluppare una bevanda utilizzando i prodotti locali come vino e frutta. Il nome dallo spagnolo...

Le festin joyeux - J. Lebas

Le festin joyeux - J. Lebas

Come si organizza un allegro banchetto? L’anonimo autore di questo libro settecentesco, identificato in un tale J. Lebas, officier de bouche (cioè addetto alla preparazione dei pasti del re) alla corte di Luigi...

Storia dei metodi di conservazione

Storia dei metodi di conservazione

Tre sono le fasi che storicamente hanno contraddistinto l’arte del conservare. La prima, quella che si proponeva di serbare il prodotto tal quale, è definita ‘aristotelica’, perché fu il grande filosofo...

Zuppe di pesce dell'Agro Pontino

Zuppe di pesce dell'Agro Pontino

Ogni città di mare, si sa, ha la propria zuppa di pesce. Ad averla in provincia di Latina sono Terracina, Formia, Gaeta e San Felice Circeo. Allo scorfano, al palombo, alla lucernia e al coccio, i quattro pesci...

Agnello d'Alpago

Agnello d'Alpago

A pochi chilometri da Belluno, la conca dell’Alpago è da sempre un luogo ideale per la pastorizia, attività principale dell’area fino al secondo dopoguerra. È questo lembo di terra che ha dato il...

Vegetariani o carnivori?

Vegetariani o carnivori?

I soldati romani sdegnavano la carne, tant'è vero che gli storici pongono in particolare rilievo i casi in cui, in séguito a difficoltà logistiche, le truppe erano costrette a cibarsene. Non...

PLATANO o plantano

PLATANO o plantano

Ecco una grossa banana, squadrata e quasi dritta, che quanto a dimensioni domina la banana che siamo soliti consumare e con cui è strettamente imparentata. Diverso anche il modo di gustare il platano, sbarcato...

Storia della pasta secca italiana

Storia della pasta secca italiana

E’ doveroso riconoscere alla pasta una virtù: è un cibo nazionale. La cosa che profondamente unisce l'Italia, sta in un antico rito che si ripete tutti i giorni, uno scatto simultaneo, quasi fosse...

Pani dolci per fatare i bambini

Pani dolci per fatare i bambini

Il rito che permette di «fatare» un bambino, cioè di farlo proteggere e benedire con incantesimi, ci è descritto da una splendida fiaba siciliana, La serpe Pippina. Si tratta della stessa...

Aceto Balsamico di Reggio Emilia Dop

Aceto Balsamico di Reggio Emilia Dop

Il primo antico scritto che se ne occupa risale all’anno 1046, quando l’imperatore di Germania Enrico II, in viaggio verso Roma per l’incoronazione, fece tappa a Piacenza. Da qui rivolse a Bonifacio, marchese di...

Tipi di pasta umbra

Tipi di pasta umbra

La pasta in Umbria è preparata soprattutto con sola farina di grano tenero e acqua, mentre raramente viene utilizzato l’uovo. Diversi gli esempi: -“ciriole o ceriole” (sorta di fettuccine ternane), il cui nome...

 RICETTE


 RICETTA DEL GIORNO

Rigatoni alla carbonara

Cuocete i rigatoni in acqua bollente, salando un po' meno del normale; effettuare una cottura al dente. Tagliate a dadini la pancetta di maiale, e scioglietela in un tegame con un poco di olio, e, a rosolatura avviata, aggiungete un pochino di acqua e cucinate per una decina di minuti a fuoco...

Fave e grano spezzettato (o burghul)

Fave e grano spezzettato (o burghul)

(Burghul: grano duro germogliato, precotto a vapore, seccato al sole e spezzettato grossolanamente. Elemento base di molti piatti della cucina mediorientale). Mettere in ammollo delle fave per alcune ore. Affettare...

Sedano in umido

Sedano in umido

Tritate una cipolla di Isernia e fatela imbiondire nell’olio di oliva. Pulite un sedano di Boiano o Acquaviva Collecroce, lavatelo, liberatelo dei filamenti più duri e tagliatelo a pezzi lunghi circa un dito....

Oca ripiena di San Martino

Oca ripiena di San Martino

Cialdellare in una padella con abbondante strutto (olio): salsiccia, pancetta, castagne arrostite, mele renette e noci, il tutto opportunamente spezzettato. Aggiustare di sale se necessita. Con il composto ottenuto...

Mousse di clementine

Mousse di clementine

Lavare le clementine ed asciugarle. Tagliarle in due parti e spremerle, preferibilmente con uno spremiagrumi elettrico per non sciupare l'integrita della buccia. Eliminare con il coltello gli eventuali residui di...

Giorgio Vasari e l'Anatra all'aretina

Giorgio Vasari e l'Anatra all'aretina

Spennate, svuotate e fiammeggiate un’anatra. Eliminate la testa, la punta delle ali, le zampe, e la coda. Lavatela, asciugatela e tagliatela a quarti, mettendo da parte il fegato. In un tegame fate rosolare un trito...

Berlingozzo alla moda di Cosimo I

Berlingozzo alla moda di Cosimo I

Il berlingozzo, antichissimo dolce, era presente all’epoca di Cosimo I già in tutta la Toscana, con nomi e preparazioni diverse da luogo a luogo. Il termine, in uso sin dal Quattrocento, sembra derivi dalla...

Dolci di luce o fotopite

Dolci di luce o fotopite

Ingredienti - per la pastella: farina, olio d’oliva, acqua; per lo sciroppo: zucchero, miele, succo d’arancia, acqua; per decorare: cannella, sesamo. Preparazione - Fare una pastella morbida con acqua, farina e olio....

Bruschette del ghiottone

Bruschette del ghiottone

La ricetta ufficiale recita che le fette di pane vanno tagliate alte un centimetro, abbrustolite sulla brace di carbone, strofinate d’aglio, immerse nell’olio d’oliva, ed infine spolverate di sale. Ai più...

Cantucci o biscottini di Prato

Cantucci o biscottini di Prato

Mischiare della farina con zucchero, vanillina, bicarbonato d’ammonio, sale e semi d’anice. Disporre il composto a fontana, amalgamarvi delle uova, poi aggiungere delle mandorle sgusciate, e manipolare fino ad...

Dessert - Fichi al cioccolato

Dessert - Fichi al cioccolato

Ingredienti: 500g fichi secchi - 200g Mandorle tostate - 150g Frutta candita - 100g Zucchero a velo - 150g Cioccolato fondente. Preparazione: Prendete i fichi e tagliateli in due parti riempendo la prima parte con le...

 Zuppa di fagioli di Sezze

Zuppa di fagioli di Sezze

Non ha rivali. Quella di Sezze è la migliore zuppa di fagioli dei Monti Lepini. Perché? Semplice: ogni paese dei Lepini ha la sua zuppa, il cui sapore, però, anche se gli ingredienti con cui viene...

Involtini di melanzane e Fontina DOP BIO

Involtini di melanzane e Fontina DOP BIO

Tagliare a fette sottili le melanzane, metterle a bagno in abbondante acqua salata per togliere l’amaro, dopo circa ½ ora sciacquarle bene. Grigliare le melanzane, aggiungere una spolverata di prezzemolo, una...

Tagliere di pecorini con confetture speziate

Tagliere di pecorini con confetture speziate

Per la confettura di cipolle portare ad ebollizione ½ l di acqua con 150g di zucchero, l’anice stellato e i chiodi di garofano. Quando il liquido si sarà inspessito aggiungere le cipolle tagliate a pezzi...

Piatti certificati Orestorante - Ponza (LT)

Piatti certificati Orestorante - Ponza (LT)

Pulite una ricciola di 500 grammi, sfilettatela e tagliatela a pezzettoni. Tagliate la zucchina tenendo la buccia. Aprite i pomodori tenendo solo la parte carnosa. Tritate a pezzettini la buccia della zucchina, le...

Delizie alla camomilla

Delizie alla camomilla

Cocete una tazza di fiori di camomilla e zucchero in abbondante acqua. Quando avrete ottenuto uno sciroppo denso, colate e fate raffreddare. Montate a spuma dei tuorli d’uovo insieme allo sciroppo, aggiungete della...

 I PARTNERS

Esimple 3D realtime technology

 I TACCUINI

Tacuinum Barocco

L'occuparsi e lo scrivere di cucina barocca investe una dimensione culturale legata a formidabili dinamiche sociali e spettacolari, dove si instaura il legame tra la mensa e la cultura, tra il cibo e la politica. Gli aggettivi grandioso, mirabolante o meraviglioso, applicati ad architettura, pittura e musica prendevano vita anche sulla tavola barocca. Era nel banchetto, inteso come teatro per la messa in scena d'espressioni effimere, che predominavano forme e colori stupefacenti.

Tacuinum de' Dolci

In questo libro vi presentiamo storie e ricette dei più celebri dolci italiani: dalla A di amaretti alla Z di zuppa inglese. Ciò che vi narriamo è strettamente legato alla cultura e alle emozioni della tradizione pasticcera: dai dolci di pane d'epoca classica alle torte farcite barocche, per arrivare ai trionfi di creatività del '900. Viaggerete nelle corti, nei conventi, nelle botteghe d'arte bianca per scoprire come abili mani, amalgamando farina, uova, zucchero, creme, spezie o canditi, hanno creato cannoli, sfogliatelle, strudel, sbrisolone o tiramisù Di ciascun dolce vi proponiamo origine, tradizione e ricetta.

Tacuinum de' Hostarie

Con questo volume vogliamo percorrere la storia dell'ospitalità pubblica al fine di presentare i cibi che hanno saziato la "fame" dei viandanti d'ogni tempo: dai commercianti romani ai pellegrini medievali, dagli intellettuali del Grand Tour ai turisti enogastronomici. In questo viaggio di conoscenza la storia delle osterie occupa un posto speciale in quanto riflette la storia della cucina italiana: povera, fortemente diversificata, basata non sulla tecnica ma sulla conoscenza empirica e la trasmissione orale dei saperi. Le oltre 100 ricette storico-tradizionali raccolte nel volume sono di facile esecuzione.

Tacuinum Bizantino

Durante gli oltre mille anni dell'Impero Bizantino, il Mediterraneo fu la via delle arti e dei mestieri, delle scienze e dei metalli, dei tessuti e degli alimenti. La tavola dei bizantini, elaborata sulla tradizione gastronomica del mondo greco e romano, venne arricchita nel corso dei secoli da culture come la longobarda, la persiana e l'araba. Questo regime alimentare irradiò la sua influenza fino a tutta l'Età Moderna...

Taccuino de' Eccellentissimi

Negli ultimi decenni lo studio dell’alimentazione, dal cibo babilonese alla cucina molecolare, è diventato non soltanto un aspetto importante per comprendere le civiltà e le epoche, ma metro di paragone per la storia dei valori sociali. Questo libro raccoglie 80 personaggi famosi (condottieri, filosofi, letterati, viaggiatori, papi, sovrani, artisti e celebrità) dal'Età Antica al XX secolo...

Tacuinum SPQR

Nella Roma antica l’alimentazione corrispondeva ad un preciso codice sociale e comportamentale che ne stabiliva regole e valori. Fonti autorevoli riportano che in età Imperiale l’onore di un nobile romano si fondava sulla sua frugalità come sulla sua magnificenza di anfitrione, mentre l’etica di un principe era dettata prima di tutto dalla sua gola e dal suo stomaco...

Tacuinum Etrusco

L'abbiamo chiamato d'archeologia gastronomica, perché non essendo giunta a noi contemporanei, alcuna documentazione letteraria sulla gastronomia etrusca, è solamente dagli scavi, dai reperti, dagli affreschi murali, che si può tentare di dedurre quali pietanze comparissero nelle tavole di 2500 anni fa...

Tacuinum Medioevale

Nella storia della nostra civiltà, si intende con il nome Medioevo quel periodo che va da circa la metà del V secolo (caduta dell'Impero Romano), fino alla fine del 1400 (inizio delle scoperte e delle invenzioni). La storia del medioevo abbraccia pertanto un millennio, ed un quadro delle sue tradizioni non è sufficiente a caratterizzarlo in ogni sua epoca ed area geografica...

Tacuinum Rinascimentale

Il termine Rinascimento, usato per la prima volta dal Vasari, indica l'idea dell'inizio di una nuova epoca di rigenerazione dell'umanità. In questo periodo, che andò dalla fine del XIV sec. alla seconda metà del XVI, si affermarono gli ideali di una nuova vita elegante e raffinata. Grazie al mecenatismo di principi e signori delle corti italiane si aggregarono grandi intellettuali ed artisti che generarono opere immortali...

Tacuinum Templare

monaci guerrieri, campioni di celebrate imprese militari in Terrasanta, nella società medievale si distinguevano anche per l'adozione di un'alimentazione equilibrata e sana. I cavalieri d'ogni casa del tempio si cibavano soprattutto dei prodotti approvvigionati localmente, e in base alla loro Regola il posto d'onore sulla tavola spettava al pane. Venivano privilegiati legumi, pesce, verdure, uova e formaggi, mentre l'uso della carne era limitato a tre volte la settimana...

Tacuinum de' Afrodisiaci

Il Tacuinum de' Afrodisiaci è una pubblicazione realizzata da alcuni autori di questa rivista: Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. Di afrodisiaci si parlava già nell'antichità. Presso molte popolazioni esistevano rimedi, piu` o meno efficaci, sia per gli uomini che per le donne, atti a stimolare e potenziare sessualità, eccitazione, nonché fertilità e gravidanza...